turismo e eventi per famiglie e bambini kid pass
Lombardia passeggiate bambini Sentiero Tracciolino

10 passeggiate per bambini, facili ma wow, in Lombardia

da Set 16, 2022

Home » Italia per famiglie » Gite per bambini » 10 passeggiate per bambini, facili ma wow, in Lombardia

Scopriamo alcune passeggiate in Lombardia, facili e adatte ai bambini camminatori, ma che lasceranno tutta la famiglia a bocca aperta per la spettacolarità e varietà di paesaggi: dal lungo lago, alla montagna, dal profondo canyon al sentiero nella foresta incantata.

E che ne dite di camminare lungo una ferrovia dismessa? E sul ponte tibetano più alto d’Europa?

Greenway del Lago di Como (Como)

La Greenway del Lago di Como si snoda per dieci chilometri, attraverso sette tappe, con viste spettacolari sulla sponda occidentale del Lago di Como. Tra chiese e ville storiche, prati e uliveti si superano Ossuccio, e Lenno, giungendo poi a Mezzegra e Tremezzo con la Casa dei Presepi, aperta tutto l’anno e Villa Carlotta. Ultima tappa della passeggiata il piccolo borgo di Griante, con le sue eleganti ville e splendidi giardini.

Grazie all’esposizione particolarmente favorevole, che garantisce un clima mite tutto l’anno, Griante fu scelto già da fine Ottocento come meta di villeggiatura da tedeschi e inglesi, con proliferazione di ville immerse in parchi ormai secolari.
Per non fare anche il ritorno a piedi (e non sorbirsi lamentele della prole) tornate in battello al punto di partenza! Alcuni tratti presentano infatti tratti con discese/salite ripide, non pericolose ma adatte a bambini allenati.

Sentiero Spirito Del Bosco (Como)

Parcheggiando alle Fonti di Gajum, il Sentiero Spirito del Bosco ha inizio dal Primo Alpe e raggiunge il Terzo Alpe, piuttosto in salita. Ma in quest’ora circa di ripido cammino i bambini a caccia di gnomi scolpiti nel legno non si accorgeranno della fatica.
E se avete ancora fiato, dopo una meritata sosta al Rifugio Terz’Alpe, proseguite verso il sentiero dei Giganti, per stupirvi davanti a monumentali castagni, incontrastati sovrani della foresta.

Sentiero del Tracciolino (Sondrio)

Il Sentiero del Tracciolino è un itinerario di circa dieci chilometri. Si snoda sul tracciato di una linea ferroviaria degli anni Trenta, oggi dismessa, che collegava la diga di Val Codera con quella della Val dei Ratti.
Il percorso adesso è adatto a tutti, pianeggiante (a circa 900 metri s.l.m.) e offre panorami spettacolari sulle montagne e sul lago di Mezzola.

La partenza è a Verceia (SO), dove si può lasciare la macchina lungo una strada il cui accesso è a pagamento (ticket di 5 euro che potrete acquistare in qualsiasi bar della zona). Il percorso è stato realizzato scavando la montagna, presenta una decina di gallerie (la più lunga, circa 300 metri, è dotata di illuminazione temporizzata, ma portate comunque una torcia per le altre), ponti e passaggi con scorci incredibili.
Arrivati a San Giorgio, piccolo borgo immerso nella natura con vista lago, riempite le borracce alla fonte e pronti per il ritorno.
In questo percorso non troverete bar o ristoranti, quindi partite con provviste!

Il Ponte nel Cielo in Val Tartano (Sondrio)

Siamo in Val Tartano e, se in famiglia non soffrite di vertigini, vi portiamo su uno dei ponti tibetani più alti d’Europa, senza funi stabilizzanti laterali. Una passeggiata facile ma… adrenalinica a mille! Sospesi nel vuoto, a centoquaranta metri dal torrente, procedete con calma per gustare scenari ed emozioni.

Il Ponte nel Cielo è aperto tutti i giorni. Il biglietto d’ingresso costa € 5,00 per gli adulti, ma è gratuito per bambini fino alle scuole medie.
Dal maggengo Frasnino, si dipartono il Sentiero dei Ponti (due ore e mezza di percorrenza), il Sentiero 163 (cinque ore) e il Sentiero al Pizzo Pruna (due ore).
Oppure, se la pigrizia incombe, raggiungete in soli venti minuti la diga di Colombera.

Lombardia Passeggiate facili bambini Ponte nel cielo

Baia e Orrido di Bogn (Bergamo)

Parcheggiata l’auto a Riva di Solto, potrete proseguire comodamente a piedi lungo la vecchia strada litoranea, chiusa alle macchine. Dopo aver superato una piccola galleria, ammirate l’idilliaca baia del Bogn: una piccola spiaggia di sassi bianchi incorniciata da alte falesie a picco sul lago, e le acque cristalline invogliano (in estate) a un tuffo corroborante.

Nelle vicinanze potete anche raggiungere la Panchina Gigante #53 per una vista panoramica sul lago.

Orrido di Bellano e il Castello di Vezio (Lecco)

Una breve e facile passeggiata, adatta a pigri e a bambini, ma ricca di suggestioni, è quella nell’Orrido di Bellano, uno dei più iconici di tutta la Lombardia. Si tratta di una stretta forra scavata quindici milioni di anni fa dall’erosione del torrente Pioverna e del Ghiacciaio dell’Adda. Grazie ad un comodo sistema di passerelle ancorate alle pareti a picco sull’acqua, camminerete tra marmitte giganti, anfratti, salti d’acqua, pozze color smeraldo e scenografiche cascate.

Il percorso di soli settecento metri è fattibile in circa mezzora. Vi consigliamo quindi proseguire poi verso il Castello di Vezio, (a soli quindici minuti d’auto) edificato sul promontorio che sovrasta Varenna, all’interno di uno splendido oliveto. Potrete passeggiare nei giardini, visitare la torre e i sotterranei, accedere ai camminamenti sulle mura, dai quale potrete ammirare un meraviglioso panorama a 360 gradi del Lago.
Il castello ospita tra l’altro un centro di addestramento di rapaci, con dimostrazioni dal vivo dell’antichissima arte della falconeria.

Sentiero Valtellina (Sondrio)

Il Sentiero Valtellina è un itinerario ciclopedonale immerso nel verde, che si snoda lungo il fiume Adda tra Colico e Bormio, per una distanza complessiva di 114 km. Lungo questa ciclovia, sono presenti quaranta aree di sosta e cinque noleggi bici.

Lungo il percorso, con le Alpi Retiche e Orobie sullo sfondo, vedrete i caratteristici terrazzamenti, coltivati a vite o alberi da frutto, e scoprirete piccoli borghi della Valtellina.

Una tratta molto comoda e breve, che potrete percorrere anche in passeggino, è quella che parte dalla fattoria didattica La Fiorida a Mantello e arriva a Morbegno.

Cascate Val Vertova (Bergamo)

Lombardia, terra di cascate, che tanto ammaliano i piccoli escursionisti. In Val Seriana scopriamo questa oasi naturale, con un sentiero semplice, ma wow, fino alle Cascate della Val Vertola.
Sbagliare strada è impossibile! Da uno dei quattro parcheggi disponibili, costeggiate il fiume, e in un avvicendarsi di cascatelle, pozze naturali, marmitte dei giganti e gole profonde, arriverete infine alla fragorosa cascata che scende dalla Val de Grù.

Torbiere del Sebino (Brescia)

Il percorso nella Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino, sulle sponde meridionali del Lago d’Iseo, è facile e molto divertente per i bambini, perché si snoda tra passerelle e scalette in legno, sentieri sterrati ma pianeggianti. Grazie alla grande diversità di specie presenti, in particolare acquatiche e palustri, è considerata area prioritaria per la biodiversità in Lombardia e dichiarata “zona umida di importanza internazionale”.
L’ingresso può avvenire tramite tre punti di accesso diversi, con distributore di biglietti automatici (un euro a persona).

Riserva della Fagiana (Milano)

All’interno del Parco del Ticino, la Riserva della Fagiana è un percorso ad anello di grande interesse naturalistico. Riserva di caccia fino al 1974, vi catapulterà in una natura rigogliosa, pur essendo vicinissima a Milano. Oggi è un centro faunistico per la conservazione di alcune specie a rischio, tra cui il capriolo, lo storione e alcune specie di uccelli.
Al Centro di Accoglienza del Parco troverete anche un percorso museale degli habitat e della fauna terrestre del Parco del Ticino con touch screen e un laboratorio multisensoriale.

Rocca di Manerba (Brescia)

Chiudiamo in bellezza con la sponda lombarda del lago di Garda, e dirigiamoci alla Riserva Naturale Orientata della Rocca e del Sasso. Qui vi aspetta una passeggiata nella natura e nella storia. Le vestigia della fortezza sussistono infatti all’interno di una riserva naturale di circa novanta ettari.

Grazie allo speciale microclima, crescono rarità botaniche, come ad esempio una specie in via di estinzione di orchidea selvatica.
Se raggiungete l’estremità di Punta Sasso, per una vista ancora più spettacolare, attenzione ai più piccoli, perché non ci sono protezioni sull’alta falesia a picco sul lago.

E perché non visitare uno dei bellissimi Parchi faunistici della Lombardia con i bambini?

Di spunti ve ne abbiamo dati! Non vi resta che programmare la vostra prossima passeggiata!

Teresa Scarselli

Teresa Scarselli

Autrice, editor e SMM del portale Kid Pass, si occupa di comunicazione, promozione e fruizione dei Beni culturali. È convinta che qualsiasi viaggio possa essere un’esperienza a misura di bambino… e genitori! Il suo obbiettivo è raccontare e rendere appagante la visita a borghi, città d’arte e musei per tutta la famiglia.

2 Commenti

  1. Avatar

    Oggi ho fatto un tratto di greenway da Colonno a Ossuccio e non è adatto a qualunque bambino. Ci sono molte salite e discese anche piuttosto ripide, può essere adatto a bambini abituati a camminare in montagna, ma non tutti.

    Rispondi
    • Teresa Scarselli

      Buongiorno Silvia, grazie per la segnalazione, lo specificheremo nell’articolo.

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

canzone kid pass siamo noi di nicole di danieli koi

DA SCOPRIRE

VACANZE FAMILY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICEVI SUBITO UN REGALO DA KID PASS!

In omaggio la nostra guida: 10 città d’Italia da vedere con i bambini.

Resta aggiornato sulle migliori proposte family nella tua città e non solo!

 

Trattamento dati personali

Grazie per esserti iscritto! Riceverai via email il link per scaricare la guida.