turismo e eventi per famiglie e bambini kid pass

Trentino: 5 passeggiate facili con i bambini

da Ago 9, 2022

Home » Viaggi e vacanze per famiglie » Montagna con bambini » Trentino: 5 passeggiate facili con i bambini

Tra pascoli in fiore, cascate di roccia, rifugi di montagna, pini mughi e rododendri, il Trentino regala una miriade di passeggiate e trekking facili, lungo sentieri da percorrere con i bambini.
Armati di scarponcini, crema solare, acqua e viveri, scopriamo in famiglia 5 escursioni in montagna adatte a tutti, dalle Pale di Martino al Parco Naturale Adamello Brenta, al Monte Bondone fino al Passo San Pellegrino.

1 – Alle Pale di San Martino, il Cristo Pensante

Dall’ampio parcheggio gratuito di Passo Rolle, l’escursione ad anello verso il Monte Castellaz è bellissima e non impegnativa. All’andata, superata la Baita Segantini, vi consigliamo il percorso che si arrampica a sinistra dei ghiaioni, più facile nella salita che nella discesa.
Lungo il sentiero, un susseguirsi di pietraie, grotte e gallerie risalenti alla Prima Guerra Mondiale. Arrivati in cima, troverete la statua del Cristo Pensante e una croce di legno, ma soprattutto una vista spettacolare sulle Pale di San Martino e la valle sottostante. Alla base del Cristo Pensante, opera dello scultore Paolo Lauton, è incisa una frase di Maria Teresa di Calcutta: “Trova il tempo di pensare, trova il tempo di pregare, trova il tempo di sorridere”.

2 – Sul Monte Bondone, percorso naturalistico delle Tre Cime

Vicinissimo alla città di Trento, Il Monte Bondone fa parte delle Prealpi Gardesane e potrà regalarvi entusiasmanti passeggiate facili con i bambini e scenari mozzafiato.
Lasciata l’auto al parcheggio Capanna Viote, imboccate il sentiero 607 (località Cornetto) che gira attorno alla Torbiera delle Viote, antica palude glaciale.
Al passo veloce in pianura seguirà quello un po’ più affaticato nel bosco, dove inizia la pendenza. Il sentiero adesso è marcato con il numero 636. Lentamente ci avviciniamo ai prati della cima, a quota 2.100 m s.l.m.
Camminerete tra boschi per un primo tratto, per poi ritrovarvi in uno sterminato spazio aperto, con vista panoramica da Cima Verde.
Tornati al parcheggio, visitate anche il Giardino Botanico Alpino Viote, con oltre 2000 specie di piante. Interessante (soprattutto per i bambini) la camera di volo delle api, il laghetto artificiale e il percorso sensoriale.

3 – Nel Parco Naturale Adamello Brenta alle Cascate di Nardis

In Val di Genova, conosciuta anche come la “Valle delle Cascate”, vi aspetta un luogo incantato tra prati, corsi d’acqua e foreste secolari. Modellata dai ghiacciai, la valle è percorsa da corsi d’acqua, che formano spettacolari cascate, come quelle di Lares e del Nardis.
Le Cascate di Nardis sono facilmente raggiungibili, anche con passeggino, lasciando l’auto al parcheggio di Carisolo. Il percorso è pianeggiante, e in circa mezz’ora raggiungerete l’imponente cascata.
Proseguendo, vi ritroverete tra trincee, caverne, terrazzamenti e una piccola fortificazione, a pochi passi dal fiume Sarca.

4 – Alle Pale di San Martino, lungo il Sentiero dei Finanzieri

Lasciata l’auto nel parcheggio di Malga Fosse di Sopra, tra mucche che ruminano indolenti, imbocchiamo il sentiero 712, detto dei Finanzieri.
Rispetto al sentiero del Cristo Pensante, questo è meno frequentato, molto vario e leggermente più impegnativo. Sta a voi, in base al vostro grado di allenamento, decidere se arrivare fino al Rifugio Rosetta o fermarvi prima.
Dopo una breve discesa, iniziamo a salire, per proseguire poi in quota. Usciti dal bosco, il percorso prosegue sotto il sole, tra rocce, alternate a prati in fiore e pini mughi. Le Pale di San Martino incombono maestose, il paesaggio è a dir poco spettacolare. Cavalli al pascolo salutano i viandanti, chiedendo un piccolo obolo.
Nel caso in cui decidiate di arrivare al Rifugio Rosetta, il sentiero si farà leggermente più esposto, con brevi tratti assicurati da corde.
N.B. Al Rifugio Rosetta si arriva anche in funivia, per una passeggiata ancora più facile sul lunare Altopiano delle Pale.

5 – Dal Passo San Pellegrino al Rifugio Fuciade

Dal grande parcheggio situato sul passo a 1910 s.l.m., avviatevi lungo la strada campestre che parte dalla seggiovia, per imboccare poi il sentiero 604. Seguite sempre le indicazioni per Rifugio Fuciade: attraverserete prati, in superba posizione panoramica, poi un breve tratto in boschetto di conifere, e oltrepassando le piccole baite e i fienili di Sbrinz, arriverete al Rifugio Fuciade.
Godevi la spettacolare vista e perché no, la cucina a chilometri 0 con prodotti locali.

N.B. Potrete raggiungere il Rifugio anche lungo un percorso agibile ai passeggini, imboccando, da Passo San Pellegrino, la stradina asfaltata verso Albergo Miralago, e proseguendo fino al rifugio. In zona, fate visita anche al Giardino Delle Formiche, sentiero tematico anulare, con sculture in legno e pannelli che presentano gli abitanti del bosco.

Per la vostra vacanza, trovate ispirazione con la nostra Guida al Trentino, cosa fare con i bambini

Teresa Scarselli

Teresa Scarselli

Autrice, editor e SMM del portale Kid Pass, si occupa di comunicazione, promozione e fruizione dei Beni culturali. È convinta che qualsiasi viaggio possa essere un’esperienza a misura di bambino… e genitori! Il suo obbiettivo è raccontare e rendere appagante la visita a borghi, città d’arte e musei per tutta la famiglia.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

canzone kid pass siamo noi di nicole di danieli koi

DA SCOPRIRE

VACANZE FAMILY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICEVI SUBITO UN REGALO DA KID PASS!

In omaggio la nostra guida: 10 città d’Italia da vedere con i bambini.

Resta aggiornato sulle migliori proposte family nella tua città e non solo!

 

Trattamento dati personali

Grazie per esserti iscritto! Riceverai via email il link per scaricare la guida.