Alla scoperta dei musei d’Europa perfetti per i bambini a Londra, Parigi, Barcellona e Amsterdam.

Scoprire le capitali europee con i bambini? Si può fare! Vi abbiamo parlato di come prepararsi ed affrontare al meglio il viaggio e ora decolliamo verso alcune capitali per andare alla scoperta dei musei a misura di bambino.

I musei per bambini di Londra

Cominciamo con Londra, una meta assolutamente a misura di bambino: offre bellissimi e numerosi musei family-friendly molti dei quali gratuiti e interattivi. Per esempio il London Aquarium, realizzato all’interno della County Hall in pieno centro, è sicuramente una tappa obbligata nel tour familiare: è uno degli acquari più importanti d’Europa, con squali, meduse giganti e laboratori per i bambini.

Al London Transport Museum in Covent Garden i più giovani possono provare l’ebbrezza di guidare (in perfetta simulazione) un bus a due piani, il double-decker. Mentre se vogliono provare a governare una nave (simulazione consigliata anche ai papà) bisogna spostarsi al National Maritime Museum a Greenwich, che ha vinto il Family Friendly Museum Award nel 2014 e ha un programma per le famiglie davvero interessante.

La National Portrait Gallery offre laboratori e lezioni d’arte per i più piccoli, mentre l’Horniman Museum, oltre a esporre più di 7 mila strumenti musicali di tutto il mondo, organizza attività per cimentarsi nella costruzione di giocattoli, maschere e strumenti.

I musei per bambini di Parigi

Spostandoci a Parigi possiamo segnalare la Cité des Sciences et de L’industrie con l’esperienza del cinema tridimensionale e la Cité des Enfants con un percorso pedagogico di “scoperta del mondo“ per i piccolissimi, laboratori e attività per i bambini dai 5 ai 12 anni. Ancora nella capitale francese c’è il Musee de la curiositè et de la magie con illusioni ottiche, robot e giochi interattivi dedicati ai bambini. Ogni mezzora si susseguono dimostrazioni per svelare le curiosità sui trucchi dei maghi.

Al Centre Pompidou nella galleria dei bambini si tiene una mostra pensata appositamente per i piccoli con lo scopo di avvicinarli all’arte e all’architettura. Non possiamo ovviamente dimenticare il Louvre che affascina i bambini soprattutto con l’enorme dipartimento egizio.

Ancora a Parigi il Museum National d’Histoire Naturelle che si sviluppa in tre gallerie: una sui dinosauri, una sui minerali e la Grande Sala dellßacute;Evoluzione. Cßacute;é anche lßacute;Arca di Noé con gli animali imbalsamati.

I musei per bambini di Barcellona

Spostiamoci adesso in Spagna e decolliamo in direzione di Barcellona: qui troviamo il Museu d’Historia de Barcelona dove l’ingresso è gratuito sotto i 7 anni. C’è poi il Museu Maritim dove i bambini toccheranno con mano il mondo marinaro, udendo urla dei pirati, colpi di cannone e gorgoglio dei sottomarini.

Ricordiamo anche il Museu Blau che occupa un’area di circa novemila metri quadrati, distribuita su due piani. La sezione permanente è “Planet Life”, che rappresenta un affascinante viaggio attraverso la storia della vita e la conseguente evoluzione del pianeta; ci sono poi le mostre temporanee, una interessantissima biblioteca multimediale, il Science Nest (letteralmente Nido Scientifico) per bambini dai 0 ai 6 anni, le aree lettura, una serie di laboratori, un bar, un ristorante ed un negozio.

Infine non possiamo non citare, nella città catalana, il Museo del Cioccolato: un posto davvero originale, che farà la gioia dei bambini e degli adulti e organizza attività e laboratori per i più piccoli.

I musei per bambini di Amsterdam

Terminiamo il nostro viaggio nei musei dell’Europa occidentale andando ad Amsterdam.

La capitale dei Paesi Bassi è un’altra meta fantastica per le famiglie con bambini: esplorare i suoi canali a bordo di una barca d perdersi tra i suoi musei family-friendly farà felici i bambini di tutte le età. Il New Metropolis detto anche Nemo è il museo della divulgazione scientifica e tecnologica: qui ogni piccolo visitatore diventa una scienziato.

C’è poi il Tropenmuseum, il museo etnografico attraverso il quale i bambini potranno scoprire gli usi e costumi delle popolazioni africane, asiatiche, mediorientali e latino americane.

Ancora una volta, poi, facciamo tappa in un museo navale: lo Scheepvaart Museum dove si può immaginare di approdare nell’Isola delle Spezie, grazie alla riproduzione a grandezza naturale di una nave della East India Company appartenente al XVIII secolo.

Eccoci qui, abbiamo terminato il nostro primo viaggio attraverso i musei kid-friendly, iniziato nell’area più a Ovest dell’Europa. Ma l’esplorazione continua…non perdetevi le prossime tappe!

Foto di STEPHANE OLIVIER Artephoto.com