turismo e eventi per famiglie e bambini kid pass
roma leggende fantasmi misteri itinerario per bambini

Fantasmi di Roma, itinerari tra misteri e leggende

da Ott 26, 2022

Home » Italia per famiglie » Lazio » Roma per bambini » Fantasmi di Roma, itinerari tra misteri e leggende

Tra fantasmi e streghe l’Italia è colma di leggende interessanti, ma oggi andiamo a scoprire le storie misteriose della città di Roma per un tour alternativo, anche per bambini coraggiosi.

Da sempre i giorni a cavallo tra Ottobre e Novembre sono dedicati al mistero. Nel mondo anglofono il 31 Ottobre si festeggia Halloween, mentre per la religione cattolica il 1 novembre ricorre la festa di Tutti i Santi ed il 2 novembre quella dei Morti. Le origini di tali festività risalgono all’alba dei tempi quando nel mondo pagano, principalmente agricolo, tutta la natura entrava in letargo e ciò veniva assimilato ad una sorte di morte in terra.

Questi sono i giorni più adatti per provare a scoprire Roma e dintorni con alcuni itinerari dedicati a storie e misteri dei suoi fantasmi.

Il fantasma di Nerone

Piazza del Popolo, una delle piazze più scenografiche della città, deve parte della sua celebrità ad uno dei fantasmi più conosciuti di Roma: quello di Nerone.

La storia ci racconta che dopo il suicidio l’imperatore sia stato seppellito proprio in questo luogo, dove allora era presente il mausoleo della famiglia paterna: i Domizi Enobarbi. In prossimità della tomba fu piantato anche un albero di noce che in poco tempo divenne il punto di ritrovo per demoni e streghe. Fu questo il motivo che portò Papa Pasquale II a bonificare la zona dalla malvagia reputazione.

L’albero fu abbattuto ed il mausoleo fu sostituito con una cappella sacra che successivamente divenne la meravigliosa chiesa di Santa Maria del Popolo.

basilica di santa maria del popolo roma

Il fantasma di Giulio Cesare

Un’altra bizzarra leggenda è legata al fantasma di uno dei condottieri più conosciuti della storia: Giulio Cesare. Le fonti storiche ci raccontano, che dopo il suo assassinio nel 44 a. C, il corpo fosse stato portato al centro del Foro Romano per essere cremato. In un momento successivo nasce la credenza per la quale le ceneri sarebbero state conservate nella sfera di bronzo in cima all’obelisco Vaticano.
La leggenda diventa una certezza, così che guerre ed invasioni risparmiano questo simbolo pagano, tanta era la paura di risvegliare lo spirito di Cesare.

Con la costruzione della nuova Basilica di San Pietro il problema si presentò imminente e fu così che per volere di Sisto V si ispezionò la sfera trovandola prima di qualsivoglia resto.

La Pimpaccia

La Pimpaccia, al secolo Olimpia Maidalchini, fu una donna che grazie alla sua astuzia e alle sue arti manipolatorie, fu capace di fare un’importante scalata sociale. Ereditata un’ingente somma dal defunto marito, in breve tempo sposò in seconde nozze il fratello di Papa Innocenzo X Pamphilj di cui divenne confidente. Presto il suo potere si espanse, ricchi doni arrivarono nella sua residenza di Piazza Navona, aumentando la sua avidità.
Quando nel 1655 Innocenzo X morì la Pimpaccia non curandosi di dare degna sepoltura al cognato e timorosa di rappresaglie, scappò da Roma con due casse piene d’oro.

Si racconta che spesso su Ponte Sisto è possibile avvistare la carrozza nera di Donna Olimpia, che sfreccia verso Trastevere a tutta velocità, inseguita da diavoli e demoni.

ponte sisto roma

Il Colosseo

Non tutti sanno che uno dei luoghi con più avvistamenti di spettri sia proprio il Colosseo. Gruppi di turisti hanno giurato di aver visto fantasmi di gladiatori con lance, mentre altri sono sicuri di aver udito i terribili ruggiti delle fiere.

La tradizione dei fantasmi al Colosseo è radicata nei secoli e questo lo sappiamo grazie a un divertente aneddoto raccontatoci negli scritti dell’artista Bevenuto Cellini. Avendo saputo della presenza di fantasmi l’artista decide di riservare loro un maleodorante scherzo. Era risaputo che al momento delle apparizioni l’aria si riempisse di un pungente odore di zolfo. Cellini insieme al suo amico soprannominato “er puzza”, decisero di sostare nell’arena e di sfidare i nauseabondi odori degli spiriti dopo una ricca mangiata di pasta e fagioli. Chissà chi avrà vinto.

Via dei Cessati Spiriti

Per diversi decenni nella campagna romana adiacente all’antica via Appia, dove oggi sorgono alte palazzine, si pensava risiedessero diversi spiriti.

La situazione era sempre la stessa: i viaggiatori facevano sosta in una celebre locanda e quando uscivano non trovavano più cavalli e carri. Non avendo mai trovato un colpevole nacque la tradizione per la quale i viandanti fossero stati scippati da spiriti che si dileguavano velocemente. Nasce così il toponimo: Cessati Spiriti.

Per chi vuole farsi due risate può vedere la celebre pellicola “Fantasmi Romani” dove, in ambientazione romana di altri tempi, dei simpatici spiriti mettono in atto una serie di buffe situazioni pur di non vedere svenduto lo storico palazzo che infestano.

Molte misteriose leggende aleggiano intorno a Roma ed altrettante possiamo trovarle nei paesini di provincia, come la città fantasma di Galeria Antica e l’antico abitato di Monterano, ma solo i più coraggiosi riusciranno a non tremare di paura.

colosseo di notte illuminato mistero

Leggi anche l’articolo Le fontane di Roma da vedere assolutamente

Maria Cristina Richiardi

Maria Cristina Richiardi

Maria Cristina Richiardi è storica dell'arte e guida turistica. Mette al servizio delle famiglie la sua conoscenza su Roma e non solo, con occhio attento e voglia di non lasciare nulla al caso, affinché la sua amata città possa diventare sempre più attenta alla promozione culturale diretta all'infanzia.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

canzone kid pass siamo noi di nicole di danieli koi

DA SCOPRIRE

VACANZE FAMILY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICEVI SUBITO UN REGALO DA KID PASS!

In omaggio la nostra guida: 10 città d’Italia da vedere con i bambini.

Resta aggiornato sulle migliori proposte family nella tua città e non solo!

 

Trattamento dati personali

Grazie per esserti iscritto! Riceverai via email il link per scaricare la guida.