turismo e eventi per famiglie e bambini kid pass
Mostra a Ocean Space: Re-Stor(y)ing Oceania_Latai Taumoepeau_Ph. Giacomo Cosua

Re-Stor(y)ing Oceania: la mostra di Ocean Space a Venezia

da Mar 27, 2024

Home » Musei per bambini » Re-Stor(y)ing Oceania: la mostra di Ocean Space a Venezia

Ocean Space inaugura a Venezia Re-Stor(y)ing Oceania, una mostra a cura di Taloi Havini

TBA21–Academy inaugura a Ocean Space la mostra Re-Stor(y)ing Oceania. Presenta in anteprima due commissioni site-specific delle artiste indigene del Pacifico, Latai Taumoepeau e Elisapeta Hinemoa Heta. La mostra è curata da Taloi Havini, artista originaria di Bougainville e recente vincitrice del premio Artes Mundi. Havini aveva già collaborato con TBA21–Academy, in occasione della mostra personale dell’artista nel 2021. Re-Stor(y)ing Oceania vi invita a connettervi con le voci degli artisti e delle comunità che abitano e operano nella vasta e diversificata regione delle isole e degli atolli dell’emisfero australe. La mostra è commissionata da TBA21–Academy e Artspace, Sydney, e realizzata in collaborazione con le OGR Torino, hub di cultura e innovazione.

Re-Stor(y)ing Oceania: forme d’arte, performance e storie ancestrali per denunciare la crisi climatica e ambientale

I popoli del Pacifico occupano oltre un quarto del pianeta. I loro legami ancestrali si estendono da Taiwan alle Filippine fino a Papua Nuova Guinea, alle Isole Salomone, Tonga, le Samoa, le Figi e Palau, le Hawaii a nord, l’isola più meridionale di Aotearoa, Rapa Nui a est, e la costa occidentale del continente australiano.

Nonostante l’indipendenza di molti stati insulari, l’eredità della colonizzazione continua a pesare su queste comunità oceaniche. La causa principale è lo sfruttamento continuo delle loro risorse naturali. In un’epoca segnata dalla crisi climatica e ambientale, Re-Stor(y)ing Oceania si impegna a sovvertire questa traiettoria estrattiva attraverso forme d’arte, l’oratoria, il canto, la genealogia, la performance, embodied knowlege (conoscenza empirica) e i sistemi di credenze cosmologiche oceaniche.

Deep Communion sung in minor (ArchipelaGO, THIS IS NOT A DRILL)

L’artista Latai Taumoepeau presenta Deep Communion sung in minor (ArchipelaGO, THIS IS NOT A DRILL): un’installazione sonora immersiva a 16 canali che vi chiamerà a partecipare a una “durational performance” risvegliando l’attenzione globale sui pericoli legati all’estrazione mineraria in alto mare nel Pacifico. Attraverso la realizzazione di un’arena composta da macchine sonore e per pagaiare, Taumoepeau onora l’antica pratica cerimoniale del Me’etu’upaki eseguita a Tongatapu all’inizio di quest’anno, e invita il pubblico a unirsi a lei in un’invocazione per richiedere assistenza e cura collettiva di Moana (Oceania). La performance ha luogo nell’ala est di Ocean Space.

Re-Stor(y)ing Oceania_Latai Taumoepeau_Ph. Giacomo Cosua_

The Body of Wainuiātea

Nell’ala ovest di Ocean Space invece, Elisapeta Hinemoa Heta presenta una nuova installazione che incarna rituali e cerimonie guidati dai concetti Māori di kawa e tikanga, radicati nelle sue terre ancestrali di Aotearoa Nuova Zelanda. Heta è leader e promotrice del cambiamento Māori, Samoano e Tokelauano. Attraverso la propria opera offre prospettive Māori e Pasifika sull’importanza del luogo da progettare e dell’identità culturale, in relazione a whenua (terra). L’artista dunque crea spazi ed esperienze che rendono visibili storie spesso celate. Pone anche particolare attenzione alle voci indigene e Wāhine (femminili).

The Body of Wainuiātea è composto da karanga, appello spirituale delle donne Māori, vasi di zucca intagliata, olio di cocco profumato, legno, mattoni, tessuto e acciaio inossidabile. La disposizione dei mattoni di terra evoca gli antichi siti cerimoniali per il riconoscimento degli atua (divinità). Questa Ātea è stata appositamente progettata da Heta vi inviterà a riconoscere Wainuiātea e a portare con sé i propri antenati in questo luogo cerimoniale. Sedici sedute sono state posizionate in relazione ai punti cardinali, al sorgere e al tramontare del sole. In alto, dodici pieghe graduali di tessuto onorano Ranginui/Rangi/Lagi e i dodici livelli del cielo. Un karanga (appello cerimoniale) composto e intonato da Rhonda Tibble risuona tre volte al giorno per onorare Moana (Oceania) come tapu (sacra).

Entrate in The Body of Wainuiātea per apprendere, condividere e riconnettervi alle storie ancestrali. Supererete così il divario tra l’individuale e il collettivo, tra il privato e il pubblico, per sperimentare la relazionalità con il prossimo. Per tutta la durata della mostra, questo spazio ospiterà un programma di conversazioni, performance e azioni con il contributo di professionisti e multidisciplinari.

Re-Stor(y)ing Oceania_Elisapeta Hinemoa Heta_ph Giacomo Cosua_

Sede e orari della mostra

Ocean Space è aperto ai visitatori dal mercoledì alla domenica, dalle ore 11 alle 18. Ocean Space si trova presso la Chiesa di San Lorenzo in Sestiere Castello, a Venezia. L’ingresso alla mostra è gratuito.

Con Re-Stor(y)ing Oceania anche un programma di incontri e ricerche

Re-Stor(y)ing Oceania non si esaurisce nella sola mostra. Havini collabora a stretto contatto con un comitato curatoriale con il quale promuove programmi pubblici incentrati sulle prospettive indigene di tutta l’Oceania, l’Australia e l’Asia-Pacifico e le sue diaspore. Questi incontri creeranno lo spazio per scambi e conversazioni: tre giorni di live performance si terranno durante la settimana del vernissage della Biennale di Venezia (16-20 aprile 2024), che rimarranno accessibili online.

Artisti, accademici, attivisti, scienziati, custodi della conoscenza e familiari che hanno collaborato con Heta e Taumoepeau, si confrontano nei programmi pubblici e in OCEAN/UNI: condividono idee ed esperienze su come le comunità dell’Oceania navighino le sfide del nostro tempo, incluse storie di colonizzazione, migrazione, militarismo, esposizione alle radiazioni,
estrazione delle risorse e cambiamento climatico.

Climate Crisis and Cultural Loss

In concomitanza con la mostra Re-Stor(y)ing Oceania, Ocean Space ospita nella research room Climate Crisis and Cultural Loss (2021-2024), la ricerca in due fasi che segna la conclusione dell’omonimo progetto guidato dalla professoressa Ute Meta Bauer presso la NTU ADM. La ricerca continua a costruire reti degli arcipelaghi attraverso l’Alleanza dei piccoli Stati Insulari in Via di Sviluppo, approfondendo le collaborazioni esistenti con l’Oceania Centre for Arts, Culture and Pacific Studies di Fiji e sviluppandone di nuove nell’Oceano Pacifico meridionale, attraverso l’organizzazione artistica e mediatica no-profit Further Arts di Vanuatu. 

Con i bambini a Ocean Space: i prossimi eventi in programma

Sicuramente una mostra come Re-Stor(y)ing Oceania può essere l’occasione di fare con i bambini un lungo viaggio senza prendere l’aero, sperimentando nuove forme d’arte, e approcciando una cultura diversa dalla nostra, così lontana ma così viva e intensa. Ocean Space ha in programma anche un altro evento tutto per loro, giunto ormai alla terza edizione: Libri d’Acqua, la rassegna di letteratura per bambini e ragazzi, organizzata in collaborazione con Kid Pass. Il 21 settembre 2024 vi aspettiamo presso la Chiesa di San Lorenzo per delle meravigliose letture animate e simpatici laboratori a tema acquatico.

 

Credits immagini: Veduta della mostra “Re-Stor(y)ing Oceania”, Ocean Space, 2024, Venezia. Co-commissionata da TBA21–Academy e Artspace, e prodotta in collaborazione con le OGR Torino. Foto di Giacomo Cosua.
Kid Pass

Kid Pass

Questo articolo è stato scritto dalla nostra redazione.Kid Pass è il vostro punto di riferimento per le migliori proposte su cosa fare e dove andare con i bambini in Italia e non solo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

canzone kid pass siamo noi di nicole di danieli koi

DA SCOPRIRE

VACANZE FAMILY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICEVI SUBITO UN REGALO DA KID PASS!

In omaggio la nostra guida: 10 città d’Italia da vedere con i bambini.

Resta aggiornato sulle migliori proposte family nella tua città e non solo!

 

Trattamento dati personali

Grazie per esserti iscritto! Riceverai via email il link per scaricare la guida.