Sviluppato a partire dal 2006 dal gruppo Linguaphone, oggi il metodo Pingu’s English è insegnato ai bambini in un numero sempre crescente di scuole, ludoteche, summer camp, laboratori di tutto il mondo con corsi “a misura di bambino” per insegnare l’inglese ai bambini della scuola dell’infanzia.

Insegnare l’inglese ai bambini della scuola dell’infanzia, si può!

Gli studi della moderna pedagogia hanno portato a comprendere quanto sia innanzitutto fondamentale adeguare i metodi educativi e di insegnamento alle modalità di apprendimento nelle diverse età, e quanto, inoltre, sia più facile e naturale apprendere una lingua straniera da bambini che non da adulti.

È su queste considerazioni che si basano le metodologie sviluppate da Pingu’s English per l’insegnamento della lingua inglese, ovvero sull’idea di combinare l’apprendimento di una lingua straniera con accurate e ben studiate tecniche educative che portano il bambino ad apprendere divertendosi e sentendosi coinvolto nel proprio apprendimento.

L’inglese nella scuola materna con Pingu’s English

Il programma di apprendimento della lingua inglese utilizzato da Pingu’s English è contraddistinto dallo svolgimento di attività divertenti e stimolanti, adeguate all’età dal bambino e dall’utilizzo di materiali e risorse didattiche da utilizzarsi a scuola e a casa che possono aiutarlo a individuare il suo stile personale di apprendimento della lingua, a mettere a frutto gli insegnamenti, a consolidare le sue competenze, migliorare la gestione delle proprie capacità creative e relazionali e – non ultimo – aumentare la sua autostima.

Gioco, attività creative, manuali, artistiche, di movimento, utilizzo del canto e della musica, utilizzo di storie e favole, attività sportive, giocoleria, teatro, avvicinamento alle nuove tecnologie e al coding, attività di sviluppo logico matematico, scambi interculturali: queste e molte altre le attività con cui viene messo in pratica il metodo di apprendimento della lingua inglese Pingu’s English durante gli anni della scuola materna.

Il percorso

Un percorso lungo il quale il bambino viene accompagnato in modo divertente e rassicurante dall’amico pinguino dei cartoni tv, con strumenti didattici – testi, immagini, video ecc. – elaborati e realizzati con un approccio pedagogico mirato e che viene messo in pratica sia nelle scuole dell’infanzia Pingu’s English International Kindergarten, sia nella proposta “light” offerta a bambini dai tre ai sei anni e che si propone quale percorso formativo flessibile, alternativo e parallelo a quello della scuola materna.

Un percorso studiato e messo a punto da linguisti, pedagogisti, esperti nell’ambito della formazione ed educazione dell’infanzia e che si è avvalso della collaborazione di università di eccellenza quali la London Kingston University, dalla lunga e importante esperienza nel campo delle scienze dell’educazione, per realizzare un progetto di scuola dell’infanzia che potesse rispondere nel modo più soddisfacente all’apprendimento naturale della lingua inglese.

Modelli e metodi

Principi e scelte mutuate e integrate da modelli pedagogici considerati tra i più validi a livello internazionale, quali il Metodo Montessori, quello utilizzato dalle scuole materne di Reggio Emilia, le esperienze degli Asili nel Bosco svedesi e le linee guida offerte dall’EYFS – Early Years Foundation Stage per i bambini dell’età della scuola materna, in modo tale da garantire un approccio olistico e fornire una valida guida che non solo rispetti i tempi e le diverse modalità di apprendimento di ogni bambino, ma costituisca una solida base per l’apprendimento della lingua e faccia sì che già in età prescolare i bambini acquisiscano abilità fondamentali per il loro successivo percorso scolastico.

Un programma quindi integrato, il quale, con attività della vita quotidiana e che tocca gli interessi del bambino – proprio come sono le storie e le avventure del pinguino Pingu – consente ai “piccoli allievi” di acquisire competenze comunicative secondo un programma che si sviluppa “a spirale” per apprendere le quattro abilità fondamentali – readingwritingspeaking e understanding – partendo dunque dall’ascolto e dalla verbalizzazione e, successivamente, passare a scrittura e lettura, e che si propone, fin dal primo giorno, di avvicinarsi alla lingua in modo il più autentico possibile, con la proposta non di singole parole ma di frasi complete, in modo tale che il bambino possa fin da subito acquisire fiducia, esprimersi e comunicare.

Leggi anche:

Pingu’s English, l’inglese per bambini con oltre 60 scuole