Il nostro viaggio #congliocchideibambini gira il mondo ed arriva in Inghilterra grazie all’illustratrice Tonka Uzu, straordinaria artista che ha dato voce ai bambini del suo paese.

Ciao Tonka! Grazie di aver accettato di rappresentare l’Inghilterra attraverso il progetto #congliocchideibambini, presentati ai lettori di Kidpass!
Ciao a tutti io sono Tonka Uzu, sono un’illustratrice e vivo in Inghilterra, a Cambridge.

Sei la portavoce dei tuoi piccoli connazionali, in che città vivi e cosa caratterizza di più la tua terra?
Sono nata e cresciuta a Sofia, in Bulgaria, ho studiato a Bologna ed ora vivo nella bellissima città di Cambridge che ho amato ancor prima di visitarla. Quello che mi piace di più del paese che rappresento è l’amore dei suoi abitanti per la natura e la loro gratitudine verso le giornate di sole.
L’Inghilterra è anche la casa di molti memorabili personaggi della letteratura per bambini.
A Cambridge puoi trovare il manoscritto originale di Winnie the Pooh nella biblioteca di Wren in compagnia di altri libri molto importanti (anche se probabilmente un pochino più seriosi).

Il mondo sta cambiando e dobbiamo fare i conti con una nuova realtà, com’è vissuta nel tuo paese?
La quarantena qui è arrivata dopo rispetto che in Italia. Fortunatamente qui la maggior parte delle persone vive in case che spesso possiedono un piccolo giardino, persino i bimbi che abitano in appartamento potevano uscire a prendere un po’ d’aria quotidianamente.
Mantenersi ad una distanza di due metri gli uni dagli altri non è facile quando si va in bicicletta o sui pattini quindi abbiamo trascorso la maggior parte del tempo a casa o nel nostro giardino. L’avvenimento più curioso (e che continua ad accadere ed è insolito per l’Inghilterra) è che ogni giorno è diverso dal precedente, ricco di sole ed alberi in fiore.

Hai rappresentato la visione dei bimbi Inglesi con una straordinaria illustrazione, come hai scelto il soggetto?
Ho realizzato questa illustrazione nei primi giorni di lock down. Mi è sempre piaciuto guardare fuori dalle finestre, probabilmente ho avuto quest’abitudine fin da bambina, quando vivevo al decimo piano di un condominio.
Mi ha colpito sperimentare quante attività diverse abbiamo potuto fare nel nostro giardino in miniatura ed osservare quelle dei vicini, completamente diverse dalle nostre! I miei due figli sono molto amici di due ragazzi del vicinato e spesso si sono trovati a fare degli schiamazzi per comunicare tra loro da un giardino all’altro.
Per me lo schema ed il microcosmo dei giardini è sempre stato molto affascinante da osservare.

Quale frase sceglieresti per accompagnare la tua illustrazione?
Potremmo anche essere stati separati ma non siamo mai stati così vicini.
Potremmo essere molto diversi e fare cose folli ma condividiamo ancora l’amore e la brezza calda del vento ed il cinguettio degli uccellini in una soleggiata giornata di primavera.

Manda un saluto ed una frase di incoraggiamento ai piccoli lettori di Kidpass!
Cari ragazzi, siete stati così forti e di così tanta ispirazione! Avete mostrato coraggio, inventiva e capacità di adattamento che noi adulti possiamo solo immaginare.
Abbiamo dovuto rallentare i nostri ritmi quotidiani ed il risultato è che ora c’è il tempo per guardare le nuvole, osservare le lumache, gli uccelli o fare una rissa o ancora le coccole nel letto, come avete sempre desiderato.
D’altra parte, noi adulti abbiamo inventato molte nuove regole che raramente prendevano in considerazione le vostre necessità di stare all’aperto e giocare liberamente, e questo non è stato molto giusto. Speriamo di poter portare delle modifiche alle nostre città per renderle più adatte ai bambini imparando al meglio da questa esperienza in modo da vivere più in sintonia con la natura ed apprezzare le piccolo meraviglie che ci circondano ogni giorno!

L'illustratrice Tonka Uzu

Our project is going to United Kingdom to meet the extraordinary artist Tonka Uzu and her vision that represent British children during this strange and hard historical period.

Hi Tonka! Thank you to have joined our project: introduce yourself to our readers!

Ciao! My name is Tonka Uzu, I am a children’s book illustrator based in Cambridge, United Kingdom.

You represent British children’s point of view during those difficult times, where are you living and what makes your city famous in the world?

I was born and raised in Sofia, Bulgaria, then studied at the university in Bologna and now I live in the beautiful city of Cambridge which I knew will become my home before I had even visited it. What I like most of all of the country I represent is that people love spending time in nature and are very thankful when the sun is shining. Also, very importantly, that it is the home of some of the most memorable children’s book characters. In Cambridge, you can find the manuscript of Winnie the Pooh in the Wren library in the company of some other very important (although probably a bit too serious) books.

Our world is changing quickly and, with him, our behavior: how is the situation in your country?

The quarantene came here later than in Italy, so many children your age were still at school and nurseries when you had to stop going out. Luckily here most people live in houses which often have a little garden and even those children who lived in appartments could go out for exercise every day. Keeping at a 2 metre distance from others is not easy to do when you ride a bike or skate, so we still spent most of the time at home or in our little garden. The most curious thing that happened (and keeps happening) is that each day is different from the previous and also there was so much sunshine and flowering trees.

You sent us a lovely illustration: how did you choose the subject?

I made the illustration in the first days of lockdown. I have always liked looking out of windows, probably got this habit as a child, when we lived on the tenth floor in an apartment block. It struck me how many different things we could do in our miniature garden and then I noticed the neighbours’ activities which were again completely different from ours. My two children are very good friends with two boys in a neighbouring house and have often engaged in ‘over the fence’ shouting conversations in the past, even before the lockdown, so for me the fencing and the micro cosmos of the gardens have always been very fascinating.

Give to our readers a sentence to accompany your illustration.

We might be separate but have never been so close. We might be very different and enjoy doing crazy things but still share the love of the warm breeze and the singing birds on a sunny day in spring.

Greet our readers with a wish.

Dear children, you have been so strong and inspiring! Showing courage, inventiveness and ability to adapt and to thrive which we adults can try and learn again. We had to slow down our daily rhythms and now it turns out there is time to watch the clouds and smell the roses, to observe the snails and the birds or have a playfight or cuddle in bed, as you always wanted. On the other hand, we adults have also invented a whole lot of new rules and regulations which seldom took note of your needs to be outdoors and play freely, and this was not very fair. Let’s hope we can make some adjustments to our cities and villages to make them more child-friendly and sustainable following this experience, so that we can live more in tune with nature than before and appreciate the little wonders which surround us around every day!

Leggi il progetto con tutte le interviste degli illustratori dall’Italia e dal mondo

#congliocchideibambini, le visioni dei piccoli secondo gli illustratori italiani e del mondo