turismo e eventi per famiglie e bambini kid pass

Libri e giornali sulla guerra (e sulla pace): consigli di lettura per bambini

da Mar 18, 2022

Home » Libri per bambini » Libri e giornali sulla guerra (e sulla pace): consigli di lettura per bambini

La guerra in Ucraina può essere fonte di grande preoccupazione e molti interrogativi per i nostri bambini, che possiamo accompagnare nella comprensione e riflessione con la lettura condivisa di libri e giornali adeguati all’età.

Leggere insieme fa bene, alimenta un dialogo aperto e orientato verso ciò che per loro è davvero importante, permette di elaborare quello che sta accadendo, con lo scopo di promuovere la cultura della pace.

Libri sulla guerra (e sulla pace): consigli di lettura per bambini

I bambini più piccoli non sono in grado di contestualizzare i concetti legati alla guerra in Ucraina. Può essere utile però affrontare il tema della guerra più in generale, osservando che anche i conflitti che non ci toccano in prima persona, che sembrano distanti, sono comunque una tragedia, che coinvolge persone innocenti.

A questo scopo possono essere molto utili albi illustrati che con le immagini, più che con le parole, raccontano la guerra in maniera delicata, e promuovono la pace.

Akim corre

Claude K. Dubois, Babalibri, dai sei anni

Akim è un bambino in un paese in guerra. Potrebbe essere un bambino siriano, come un bambino ucraino, perché questa è la storia di migliaia di bambini costretti alla fuga dalla guerra.

La vita scorre serena al villaggio, fino al giorno in cui la guerra irrompe. Con la casa distrutta e la famiglia dispersa, Akim fugge e dopo molte peripezie finisce in un campo profughi, dove ritrova la sua mamma.
Il finale della storia, anche se addolcito dal ritrovamento della madre, non è un fuorviante happyend: la guerra non è finita e nulla sarà più come prima. Ma la speranza e l’amore sono la nostra ancora di salvezza.
Con il patrocinio di Amnesty International.

Akim_corre

Guerra, lasciaci in pace!

Alberto Benevelli e Loretta Serofilli, Corsiero Editore, dai 5 anni

Una bambina scrive una lettera alla guerra, elencando tutte le cose che questa è in grado di distruggere. Come una sorta di pop-up, alcune pagine presentano una finestrella da aprire, che mostra il prima e il dopo guerra. La devastazione della guerra si sostituisce alla normalità della vita.
Alla fine del racconto arriva l’accorata preghiera finale di Speranza, la bambina narrante: Guerra, lasciaci in pace!

Guerra lasciaci in pace

La guerra

José Jorge Letria, André Letria, Vivian Lamarque (traduttrice), Salani editori, dai 5 anni

Padre scrittore e figlio illustratore si sono uniti per realizzare questo albo illustrato per piccoli e grandi lettori, che attraverso le potenti immagini color seppia e liriche incisive, racconta la guerra: la Belva irrompe, subdola e implacabile “… La guerra non sa leggere, sa incendiare. La guerra fa case alla morte…”

Non è bella ma... libro

La luna di Kiev

Gianni Rodari, Einaudi Ragazzi, dai 5 anni

L’inno alla fratellanza fra i popoli, la filastrocca che Rodari scrisse nel 1955, oggi è diventata simbolo e preghiera di pace.

In questa poesia, tratta dalla raccolta Filastrocche in cielo e in terra, evocando la città di Kiev,  il messaggio pacifista di Rodari diventa tragicamente attuale, tanto da essere ampiamente condiviso nel web e nei social network, a pochi giorni dallo scoppio della guerra in Ucraina.

Einaudi Ragazzi ne ha realizzato un bellissimo albo, illustrato da Beatrice Alemagna, che sarà in tutte le librerie e store online dal 19 aprile.

Il ricavato sarà interamente devoluto alla Croce Rossa Italiana per l’emergenza umanitaria in Ucraina.

Io sono Alice Bianca Chiabrando

Giornali con articoli sulla guerra in Ucraina: consigli di lettura per bambini e ragazzi

I bambini grandicelli e i ragazzi sono più intensamente coinvolti dalle attuali vicende di guerra, anche perché hanno un maggiore accesso alle notizie. Bombardati dalle immagini e dalle informazioni, non sono però contemplati quasi mai come pubblico.

Molti vogliono essere informati, cercano di capire cosa sta succedendo e perché, pongono domande molto specifiche, dando dimostrazione di essere pronti ad affrontare anche temi impegnativi come la guerra.
Per renderli più consapevoli e soddisfare la loro sete di conoscenza, è importante offrire loro un’informazione puntuale, corretta, anche se sempre commisurata alla loro età e grado di maturità.
Per questo può essere utile la lettura di testate giornalistiche in target, con articoli che affrontano il tema della guerra in Ucraina, in maniera semplice e chiara.

Internazionale Kids

Internazionale Kids, versione a cadenza mensile per bambini e ragazzi del noto settimanale, è a sua volta impostato con contenuti selezionati e tradotti da stampa straniera, per avvicinare i ragazzi alle notizie dal mondo.
Su Internazionale Kids 31, in edicola il 30 marzo, troverete due articoli che approfondiscono la situazione in Ucraina.
Il primo, tratto dal settimanale britannico “The Week Junior“, è strutturato in una serie di domande e risposte:
Perché Putin sta invadendo l’Ucraina? Chi è Zelensky? Come possiamo aiutare i cittadini in fuga?
Cosa sono le sanzioni internazionali?

Con alcuni consiglii ai giovani lettori su cosa fare se le notizie spaventano o turbano eccessivamente.

Il secondo articolo traduce un reportage dal giornale francese “L’Actu” che a Bucarest, in Romania, ha intervistato alcuni ragazzi ucraini fuggiti dal paese.

(The Week Junior è un settimanale pubblicato a Londra per lettrici e lettori tra gli 8 e i 14 anni, mentre L’Actu è un settimanale francese d’attualità per adolescenti).

Si parla di guerra anche nella rubrica “Domande incrociate” e nel poster, un manifesto calligrafico realizzato dalla designer Daria Sorrentino.

Le immagini sono del numero di marzo.

internazionale kids poster
internazionale kids poster

Popotus, l’inserto di Avvenire

Popotus è l’inserto del quotidiano cattolico Avvenire, che in formato tabloid bianco e nero, parla di attualità, politica, cultura con un linguaggio schietto e comprensibile ai ragazzi.

Nel numero 2394 del 3 marzo Popopus ha dedicato un numero speciale all’invasione dell’Ucraina, con molti articoli di approfondimento, sugli attori del conflitto, la storia dell’Ucraina e della Russia, le sanzioni internazionali, la mobilitazione degli hacker, fino alla condizione dei profughi e alla necessità di aiutarli.

Anche nei prossimi numeri (l’inserto si trova in edicola insieme ad Avvenire tutti martedì e giovedì) la redazione continuerà a informare il giovane pubblico sull’evolversi della situazione.

L’immagine è del numero del 3 marzo.

internazionale kids poster

 Focus Junior online

Focus junior si occupa soprattutto di scienza, etologia, tecnologia, ma nel sito sta approfondendo il tema dell’attuale guerra, nelle sue diverse sfaccettature.

Nell’ultimo articolo, ci si chiede cosa sta succedendo in Ucraina a due settimane dallo scoppio della guerra, analizzando la situazione in continua evoluzione, con focus sulle principali città coinvolte dal conflitto.
Si cerca di dare una risposta anche alla fatidica domanda che spesso bambini e ragazzi ci pongono: “Scoppierà la Terza Guerra Mondiale?” e si spiegano parole di difficile comprensione per un bambino.

Lo Spunk- il giornale delle bambine e dei bambini

Lo Spunk- il giornale delle bambine e dei bambini, è stato ideato da un collettivo di scrittrici e illustratrici per l’infanzia, al fine di accompagnare i piccoli lettori nel loro percorso di crescita e conoscenza.

Nel numero di aprile il tema “guerra” viene sfiorato con delicatezza. Nell’editoriale è citata la bellissima poesia di Gianni Rodari, Promemoria e qualche pagina dopo, la rubrica “Nonno racconta” ripercorre i ricordi di un bambino che ha vissuto la Seconda Guerra Mondiale, oggi nonno. Infine, il crucipuzzle “Dieci parole per l’Ucraina”, fa riflettere i bambini su dieci parole importanti per l’Ucraina, e per tutti noi.

Lo spunk aprile 2022
Lo spunk aprile 2022
Teresa Scarselli

Teresa Scarselli

Autrice, editor e SMM del portale Kid Pass, si occupa di comunicazione, promozione e fruizione dei Beni culturali. È convinta che qualsiasi viaggio possa essere un’esperienza a misura di bambino… e genitori! Il suo obbiettivo è raccontare e rendere appagante la visita a borghi, città d’arte e musei per tutta la famiglia.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

canzone kid pass siamo noi di nicole di danieli koi

DA SCOPRIRE

VACANZE FAMILY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICEVI SUBITO UN REGALO DA KID PASS!

In omaggio la nostra guida: 10 città d’Italia da vedere con i bambini.

Resta aggiornato sulle migliori proposte family nella tua città e non solo!

 

Trattamento dati personali

Grazie per esserti iscritto! Riceverai via email il link per scaricare la guida.