La cultura come veicolo per avvicinare adulti e bambini. Torna domenica 4 ottobre, dopo la positiva esperienza dello scorso anno, la Giornata nazionale delle Famiglie al Museo, “F@mu”. Un’ occasione attraverso la quale tutti, grandi e piccini, avranno l’ occasione di visitare fondazioni, mostre ed esposizioni temporanee, che per 24 ore si apriranno alle famiglie italiane e non con attività didattiche, giochi a tema, iniziative speciali pensate proprio per l’ occasione.

La Giornata è organizzata in collaborazione con il patrocinio delle principali amministrazioni comunali e regionali. Un vero e proprio percorso fatto ad hoc per i bambini tra le meraviglie conservate nei grandi musei: il museo Egizio di Torino che propone la dispensa del faraone, i musei capitolini di Roma per esempio, Palazzo Grassi a Venezia con St-Art, a Milano il MUBA con Ritratti ricamati o la Triennale Design Museum che propone due appuntamenti diversi e interessanti. Ancora a Firenze Palazzo Strozzi propone un percorso alla scoperta della bellezza divina tra Van Gogh, Fontana e Chagall, il museo Tattile di Salerno vi offrirà la possibilità di fare la nanna al museo! Famu è un evento rivolto prevalentemente ai bambini dai 7 anni in su, durante il quale i musei potranno offrire percorsi guidati e laboratori.

L’ iniziativa, nata nel 2013, deriva dall’ esperienza del portale internet Kids Art Tourism.com che promuove la didattica museale indirizzata alle famiglie con bambini, quest’ anno raccoglie circa 700 musei aderenti . L’ obiettivo è quello di indicare una strada ai musei che non organizzano attività per questo tipo d’ utenza. Per me è importante far capire che è possibile portare le famiglie nei musei tutto l’ anno. I musei per l’ occasione e per le famiglie avranno entrata gratuita. Filo conduttore dell’ edizione di quest’ anno sarà, in coincidenza con l’ Expo di Milano, il tema ‘ Nutriamoci di cultura per crescere’ . Tra le iniziative che arricchiranno l’ appuntamento, ci sarà un concorso che offrirà la possibilità ai bambini di raccontare, attraverso un disegno, la propria esperienza al museo.

L’ evento quest’ anno ha ricevuto inoltre il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), del Ministero dell’ Economia, dell’ ICOM, dell’ Associazione Beni Italiani Patrimonio mondiale Unesco, e della RAI.

Consultate il nostro portale per trovare tutte le possibilità di godere della cultura in famiglia con “F@mu”.