turismo e eventi per famiglie e bambini kid pass
Musei aperti zona gialla

Torniamo al museo, la nostra guida alle riaperture

da Gen 19, 2021

Home » Novità per famiglie » Torniamo al museo, la nostra guida alle riaperture

Musei aperti dal 18 gennaio in sei regioni italiane. Finalmente, con l’ultimo dpcm, le riaperture dei luoghi della bellezza e dell’arte sono consentite nelle regioni in zona gialla, ma solo nei giorni feriali, su prenotazione e con biglietti elettronici. Trentino, Toscana, Basilicata, Campania, Molise, Sardegna: queste sono le fortunate regioni gialle in cui i musei riaprono subito i battenti, alcuni con ingresso gratuito per due settimane. L’articolo è in aggiornamento: saremo felici di inserire man mano nuove aperture.

Andare al museo con i bambini per una rinascita nella bellezza

La possibilità di conoscere meglio i musei cittadini, specie in un momento come questo in cui non ci si può spostare troppo, è un’occasione per tutti, anche per i bambini. Infatti, anche se ancora non sono attive le attività didattiche rivolte all’infanzia, una visita li immergerà nella bellezza, nell’arte e nella creatività.

Ecco una lista (non completa) di musei e appuntamenti da scoprire o riscoprire a partire da lunedì 18 gennaio, all’interno dei confini regionali, per un turismo culturale di prossimità.

Musei aperti in Trentino

A Trento il Muse riapre i battenti solo con visite guidate, a numero contingentato. Al Museo delle Scienze, tanto amato dai bambini, i trentini potranno ispirarsi con la nuova mostra “Tree Time – Arte e scienza per una nuova alleanza con la natura” e l’installazione “Trees Falling in Love – Signore e signori, vi chiediamo di ascoltare gli alberi”.

muse museo scienze trento

Il Mart di Rovereto, oltre alla collezione permanente con  centocinquanta anni di storia dell’arte italiana e internazionale, presenta le mostre  “Caravaggio, il contemporaneo” e “Boldini”, pittore dei ritratti della Belle Époque, da un’idea di Vittorio Sgarbi.

Al Castello del Buonconsiglio la neve caduta ha reso ancora più suggestivi gli spazi esterni del Castello. L’occasione è ghiotta per confrontare stagioni attuali e antiche, grazie al celebre Ciclo dei Mesi. Uno degli affreschi rappresenta proprio la stagione invernale, nel Medioevo.

Musei aperti in Toscana

I fiorentini potranno approfittare di una passeggiata al Giardino di Boboli, per un po’ di sano movimento, proseguire verso gli Uffizi e poi rilassarsi al Museo Archeologico Nazionale di Firenze.
Al Bargello, li aspetta da secoli la “Dama col mazzolino”, capolavoro scolpito da Verrocchio, che ha ispirato Stefano Boeri nel disegnare (pro bono) la primula che caratterizza i gazebo della vaccinazione contro il Covid19.

Per gli amanti dell’arte moderna, al Museo del Novecento è allestita una nuova mostra su Henry Moore, maestro della scultura inglese. Principali interpreti dell’allestimento sono le rappresentazioni di forme naturali, quali rocce, ciottoli, radici, tronchi, teschi. Per Moore, infatti, “l’osservazione della natura è decisiva nella vita dell’artista”.

A Prato ingresso gratuito per due settimane al Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, al Museo del Tessuto e agli altri musei cittadini.

Riapre giovedì 21 gennaio la Pinacoteca nazionale di Siena, per un ripasso della storia dell’arte dalle origini della pittura senese fino alla seconda metà del Quattrocento.

A Pisa, la strabiliante mostra a Palazzo Blu, “De Chirico e la Metafisica” racconterà la fascinosa opera del Maestro in un lungo viaggio attraverso immagini e parole.

Musei aperti in Basilicata

Anche in Basilicata, per sostenere la ripresa delle attività museali e per incentivare le visite alle collezioni, sono state istituite due settimane di ingressi gratuiti, come importante segnale di condivisione con la comunità lucana del patrimonio culturale.
Riaprono le porte il Museo nazionale archeologico di Metaponto; a Venosa,  il Parco Archeologico Nazionale con lo splendido complesso monumentale dell’Incompiuta.

A Potenza riaprono il Museo archeologico nazionale della Basilicata Dinu Adamesteanu e  il Museo archeologico nazionale dell’Alta Val d’Agri di Grumento Nova.

Musei aperti in Campania

Anche la Campania festeggia la riapertura, con molti musei gratis per due settimane.
A Napoli a costo 0: Castel Sant’Elmo, Certosa e Museo di San Martino, Villa Floridiana, Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes (da martedì 19).
Non prevedono la gratuità, ma offrono biglietti e abbonamenti a prezzi speciali i seguenti istituti culturali.
Al Mann il messaggio del direttore del museo, Paolo Giulierini, parla al cuore dei napoletani (e non solo al loro): “In questi giorni difficili il vostro Museo è ancora più vostro, dei cittadini di Napoli e della Campania. Vi invitiamo a viverlo in tranquillità, non solo come una casa accogliente, ma anche come il più straordinario dei viaggi, quello nella nostra storia. Bentornati!”

Cosa devono aspettarsi i fortunati visitatori? Oltre alla ricchissima collezione permanente, un viaggio alla scoperta degli “Etruschi e il MANN” e l’allestimento “Lucy. Sogno di un’evoluzione” di Tanino Liberatore.

Campania, museo Mann, apertura

Mai stati al Madre? Approfittatene adesso. Riprendono infatti le visite alla collezione permanente con opere dei più grandi artisti internazionali del Novecento e alle esposizioni temporanee. In particolare, “Le massacre du printemps”, video installazione sul rapporto tra l’essere umano e l’ambiente, “Alessandro Mendini piccole fantasie quotidiane” e, per i più piccoli, “Giocherai nel quotidiano, correndo”, un playground di sculture interattive.

Anche Città della Scienza, riapre al proprio pubblico, da giovedì 4 febbraio, per ora solo nei giorni di giovedì e venerdì, dalle 10 alle 16. Rispettando tutte le norme di sicurezza previste dalle normative anti-Covid e consentendo l’ingresso solo a visitatori prenotati, lo staff del museo interattivo di Città della Scienza offrirà al proprio pubblico – oltre agli exhibit di CORPOREA, il museo del corpo umano – nuove interessanti mostre.

In programma, infatti, vi sarà anche la visita alla mostra #ANTARTIDE, dedicata ai 35 anni di missioni italiane nel continente di ghiaccio, e a #EXTREMETOUR, un progetto innovativo tra arte, scienza e tecnologia per guardare ai Campi Flegrei e alle loro caratteristiche con gli “occhiali” della ricerca scientifica. Qui tutte le informazioni e modalità di visita.

Città della scienza riapre Napoli

“Campagna realizzata con il contributo della Regione Campania – D.D. N.5 DEL 17/02/2020 e SS.MM.II. – Avviso Musei e Biblioteche RC Anno 2020”

Godersi il Parco Archeologico di Pompei  senza turisti deve essere, ammettelo cari campani, un’esperienza mistica! Allora fatelo, assieme a quello di Ercolano , che lancia la promozione  “abbonamento un anno=un giorno”.

Al Mav, dal 25 gennaio, tornate al 79 d.C., con i suoi percorsi virtuali e interattivi per un viaggio al tempo dell’eruzione.

In Cilento, tra margherite già fiorite, vi aspetta il Parco Archeologico di Paestum e di Velia.

La residenza reale più grande al mondo, la Reggia di Caserta, è aperta, con il suo meraviglioso Parco.

Musei aperti in Molise

Per gli appassionati di arte astratta, il Museo di Arte Contemporanea di Termoli riapre, con biglietto gratuito, le sale della collezione permanente, costituita dalle opere acquisite tramite il Premio Termoli.
Ma anche il Castello di Capua, rocca medievale trasformata in elegante dimora signorile nel Rinascimento.

Musei aperti in Sardegna

Sorride nuovamente la Cittadella dei Musei, il maggior polo museale di Cagliari e di tutta la Sardegna, fra reperti archeologici, opere pittoriche e arte orientale. Spalancano le porte ai visitatori infatti, il Museo Archeologico e la Pinacoteca Nazionale di Cagliari.
A Carbonia, nel Sulcis, l’interessante Museo del Carbone, riapre il sito di Serbariu con i suoi edifici e strutture minerarie.

Le nuove aperture di febbraio

Continuano le aperture nelle nuove zone gialle: Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Valle d’Aosta, Veneto possono finalmente riaprire le porte dei loro musei. Non tutti però. Alcune istituzioni culturali infatti, preferiscono attendere tempi migliori, con flussi di pubblico più consistenti, o senza l’incertezza di una nuova chiusura repentina.

Come sostenere i musei che si sono impegnati a riaprire o che lo faranno nei prossimi giorni? Visitandoli!

Dopotutto con la cultura… si mangia.

 

Teresa Scarselli

Teresa Scarselli

Autrice, editor e SMM del portale Kid Pass, si occupa di comunicazione, promozione e fruizione dei Beni culturali. È convinta che qualsiasi viaggio possa essere un’esperienza a misura di bambino… e genitori! Il suo obbiettivo è raccontare e rendere appagante la visita a borghi, città d’arte e musei per tutta la famiglia.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

canzone kid pass siamo noi di nicole di danieli koi

DA SCOPRIRE

VACANZE FAMILY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICEVI SUBITO UN REGALO DA KID PASS!

In omaggio la nostra guida: 10 città d’Italia da vedere con i bambini.

Resta aggiornato sulle migliori proposte family nella tua città e non solo!

 

Trattamento dati personali

Grazie per esserti iscritto! Riceverai via email il link per scaricare la guida.