Città dolce e ospitale, Perugia è la meta perfetta per un weekend con i bambini. Dolce nel saliscendi delle sue strade, dolce nella sua tradizione pasticcera, dolce nell’accoglienza alle famiglie, la grande “Arce Guelfa” sorge al centro della regione ed è immersa nella pace e nei colori delle colline umbre.

A Perugia con i bambini: su e giù per la città

Molto si può fare a Perugia con i bambini, a cominciare dallo scoprire insieme le caratteristiche distintive della città: il cuore è rappresentato da Piazza del Sopramuro, dove si trovano il palazzo quattrocentesco dell’Università Vecchia e il Palazzo del Capitano del Popolo. Da qui, proseguendo con una breve salita, si apre una delle importanti piazze d’Italia, la Piazza Grande, dominata al centro dalla Fontana Maggiore del Duecento.

Nella piazza si apre il superbo complesso monumentale che oltre alla fontana, comprende anche la Cattedrale e lo splendido Palazzo dei Priori. Al lato opposto di Corso Vannucci, la via principale, si trova invece il famoso giardino belvedere, creato sopra al basamento della Rocca Paolina, fortezza fatta erigere da Papa Paolo III nel 1540.

Le salite e le gradinate di Perugia sono di norma ripide, pertanto se si hanno bimbi piccoli è consigliabile visitare la città con un passeggino leggero o, ancora meglio, utilizzare la fascia o il marsupio. Ma non fatevi scoraggiare e non perdete la via delle Prome, una sinuosa scalinata in parte adagiata sulle mura etrusche: regala una delle vedute più belle della città.

E quando la stanchezza prenderà il sopravvento, può essere divertente concedersi un viaggio nel minimetrò della città, attivo tutti i giorni con una frequenza media di passaggio di circa 2 minuti e mezzo: il sistema automatico people mover, progettato dall’architetto Jean Nouvel, è stato inaugurato nel 2008.

I musei da non perdere

Cosa fare a Perugia con i bambini? Si chiama Post – Perugia Officina Scienza Tecnologia ed è un museo interattivo che entusiasmerà tutta la famiglia: una tappa obbligata per chi visita la città con i più piccoli. Il Post propone numerose formule di intrattenimento ludico – scientifiche dedicate a bambini e ragazzi a partire dai 3 anni, stimolando i bambini ad avvicinarsi alla scienza e alla tecnologia diventandone i protagonisti attraverso esplorazione, osservazione e coinvolgimento attivo.

Impossibile non prevedere poi una tappa a La casa del cioccolato della storica azienda Perugina: il percorso goloso parte dal Museo Storico, per scoprire la storia e le curiosità dell’”oro degli dei”, e prosegue fino alla Scuola del Cioccolato, dove si diventa maestri cioccolatieri e si possono creare piccoli capolavori di bontà.

Cosa c’è di meglio di alternare una visita al museo ad un pomeriggio all’aria aperta per conoscere daini, scoiattoli, mufloni e la fauna tipica del centro Italia? Vi consigliamo di visitare Città della Domenica, un parco di oltre 45 ettari per trascorrere una qualche ora spensierata e divertente in mezzo alla natura e agli animali.

Appuntamenti annuali imperdibili

Ricordiamo infine che Perugia è una città culturalmente molto vitale, ogni anno accoglie ad esempio l’Umbria Jazz, festival intrenazionale jazzistico che vivacizza il centro (insieme a Terni e Orvieto) nel mese di luglio, o Eurochocolate, il più grande festival europeo dedicato al cioccolato che giunge in città ad ottobre.

Perugia e dintorni

Se avete tempo per esplorare anche il territorio circostante alla città, una tappa interessante è rappresentata dal Lago Trasimeno, che dista circa tre quarti d’ora da Perugia e rappresenta “il cuore blu” dell’Umbria. Entusiasmante e istruttivo è pure il Bosco didattico di Ponte Felcino, un’area naturalistico – ambientale di circa 80mila metri quadrati che promuove la conoscenza e la valorizzazione dell’ambiente, con particolare interesse per il mondo vegetale, mentre all’Activo Park, il parco tematico più grande del centro Italia, si possono mixare natura e divertimento. Impossibile infine non ricordare le Cascate delle Marmore, uno spettacolo naturale unico in Europa.