turismo e eventi per famiglie e bambini kid pass
lezione di inglese per bambino in casa

Insegnare l’inglese ai bambini: come iniziare?

da Dic 16, 2022

Home » Educazione e corsi per bambini » Insegnare l’inglese ai bambini: come iniziare?

Sono tanti i genitori che vorrebbero insegnare l’inglese ai loro piccoli ma non sanno, concretamente, da dove iniziare. Le idee e i suggerimenti non mancano, ma trovare il modo giusto per far avvicinare i bambini a una nuova lingua non è mai semplice. L’approccio iniziale è fondamentale sia per iniziare correttamente l’apprendimento dell’inglese, ma anche per far sì che si instauri subito simpatia verso questa lingua che, per quanto meno complessa di altre, ha le sue difficoltà.

Come procedere quindi per evitare che il rapporto con la lingua più importante e parlata al mondo inizi con il piede sbagliato? Come spesso accade per ogni altra attività della nostra vita, i risultati migliori si hanno quando ci si affida a dei professionisti, coloro cioè che hanno fatto dell’insegnamento la loro passione e professione. Oggi grazie alla possibilità di far seguire delle lezioni di inglese online ai nostri piccoli, la scelta dell’insegnante è molto più ampia rispetto a quando potevamo solo contare sulle scuole di lingue della nostra città.

E sarà soprattutto con l’insegnante che verranno valutati gli aspetti organizzativi: primo tra tutti, quello se scegliere un docente che sappia parlare anche l’italiano o invece parli esclusivamente in inglese. Fermo restando infatti che la scelta di un madrelingua è sempre la soluzione migliore soprattutto per i bambini, dato che hanno una capacità di apprendimento e di “assorbimento” della lingua superiori a qualsiasi altra età, bisogna evitare il rischio di un blocco nella comunicazione, con la conseguente perdita di interesse del bambino verso la lingua. Allo stesso tempo, il fatto di avere un insegnante che parli solo inglese potrebbe essere uno stimolo per il piccolo studente, magari incuriosito e stimolato a imparare.

L’inglese anche a casa

La lingua va vissuta, come si dice spesso. Questo non vuol dire solamente viaggiare e praticare l’inglese con dei madrelingua, ma anche esercitarsi ad utilizzarla nella vita di tutti i giorni, nelle situazioni quotidiane. Per i bambini questa modalità di apprendimento ha degli effetti particolarmente evidenti quando viene presentata sotto forma di gioco. Vediamo alcune idee che potrebbero aiutare quindi i nostri piccoli con l’inglese.

Adottare una routine in lingua

Esercitarsi nel parlare una lingua solo durante le lezioni non offre grandi risultati. Per quanto le lezioni possano essere frequenti, più ci si esercita e meglio è. Cerchiamo quindi di stabilire dei momenti abbastanza costanti nell’arco della giornata, in cui il bambino può esercitarsi con la lingua, sia attraverso dei giochi che magari ripassando e mettendo in pratica quello che ha imparato con le sue lezioni di inglese.

Scegliamo dei giochi in lingua inglese

Che si tratti di giochi online o dei classici giochi alla Scarabeo, non dimentichiamo che il gioco è il modo migliore attraverso cui i bambini imparano una lingua straniera. Per questo, andiamo alla ricerca dei divertimenti più coinvolgenti per i nostri piccoli che siano in lingua. In questo modo uniremo l’utile al dilettevole.

Pay TV in lingua originale

Ormai anche i programmi televisivi per bambini ci danno un valido aiuto per far immergere i bambini nell’apprendimento di una lingua straniera. I programmi della Pay TV ad esempio offrono, quasi tutti, la possibilità di essere visualizzati in lingua inglese, spesso con l’aiuto dei sottotitoli sia in lingua inglese che italiana. L’apprendimento che avviene in questo modo è quasi inconscio, nella misura in cui nemmeno il bambino si accorge che ascoltando, assorbirà la pronuncia e la terminologia del madrelingua.

Invertire i ruoli

Ogni bambino è felice di sentirsi elogiato per le sue capacità e conoscenze. Anche se siamo in grado di parlare l’inglese, chiediamo al nostro piccolo di spiegarci alcune parole o utilizzi della lingua. Stimolare i piccoli e apprezzare le loro capacità è il più grande incentivo a imparare, e il più importante mattone per la loro autostima.

Kid Pass

Kid Pass

Questo articolo è stato scritto dalla nostra redazione.Kid Pass è il vostro punto di riferimento per le migliori proposte su cosa fare e dove andare con i bambini in Italia e non solo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

canzone kid pass siamo noi di nicole di danieli koi

DA SCOPRIRE

VACANZE FAMILY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICEVI SUBITO UN REGALO DA KID PASS!

In omaggio la nostra guida: 10 città d’Italia da vedere con i bambini.

Resta aggiornato sulle migliori proposte family nella tua città e non solo!

 

Trattamento dati personali

Grazie per esserti iscritto! Riceverai via email il link per scaricare la guida.