Scivoli, gommoni, onde artificiali e animazioni divertenti: in tutto il Paese i parchi acquatici offrono una ottima soluzione per rinfrescare l’estate e trascorrere del tempo in famiglia.

Bambini stanchi della stessa spiaggia, dello stesso mare e di fare castelli sulla sabbia? Nessun problema. L’alternativa c’è ed è ben rappresentata dagli innumerevoli parchi acquatici sparsi in tutta Italia nelle vicinanze delle località di mare (e non solo).

Da nord a sud, infatti, sono moltissime le possibilità di trascorrere una giornata da brivido tra giochi, attrazioni, scivoli d’acqua, onde artificiali e divertenti animazioni, soluzione che può movimentare la permanenza dei più piccoli e di mamma e papà nel luogo di vacanza o rappresentare una breve fuga dal caldo afoso delle città.

Settore in rilancio

Gli aquapark rappresentano la tipologia di parchi tematici più diffusa in Italia, secondi solamente ai parchi divertimento di cui abbiamo già parlato. La storia dei parchi acquatici in Italia nasce negli anni Ottanta con strutture caratterizzate per lo più da percorsi d’acqua da affrontare a bordo di speciali gommoni o ciambelle, scivoli di vario genere e altre attrazioni, il tutto immerso in grandi aree verdi nelle quali è possibile anche abbronzarsi in completo relax. Nel tempo l’offerta di attrazioni è aumentata a dismisura, dopo un periodo di crisi che ha caratterizzato il settore negli anni Novanta.

In effetti l’offerta di parchi, in alcune aree particolarmente turistiche in Italia, è molto ampia. La Riviera Romagnola e la zona del Lago di Garda, per esempio, sono caratterizzate da una notevole concentrazione con decine di parchi acquatici, alcuni dei quali di grandi dimensioni e considerati tra i più belli d’Europa. Tra questi ricordiamo il famosissimo Aquafan di Riccione che, con un’estensione di 90mila metri quadrati, offre alle famiglie ricche sorprese soprattutto di giorno.

I parchi acquatici più votati

La conferma che i parchi acquatici italiani offrano servizi e qualità elevate arriva anche da TripAdvisor, il sito di viaggi più noto al mondo.

Nella Top 10 europea dei premi Travelers’ Choice Attractions 2015, nella categoria Parchi Acquatici compaiono due parchi italiani: Aqualandia, il parco acquatico di Jesolo (VE) conquista il sesto posto e, in ottava posizione, AcquaPark Odissea 2000 a Rossano (CS).

I parchi di Jesolo e Rossano sono rispettivamente quarto e quinto nella classifica dei 10 parchi migliori in Italia, in cui trovimo anche Etnaland, il parco di Catania, molto apprezzato da turisti italiani e stranieri. Qui, fra le molte attrazioni, potete trovare la piscina a onde più grande d’Europa e per i bambini c’è l’area attrezzata Miniland. Zoomarine a Roma mette in mostra delfini, foche, leoni marini e uccelli tropicali oltre che spettacoli, giostre e scivoli d’acqua.

Nella classifica troviamo poi Le Vele, il parco acquatico di Brescia, e ancora Acquafollie a Caorle in cui potrete affrontare un emozionante percorso di 150 metri con una divertente sorpresa finale. Spostandoci ancora un po’ a est lungo il litorale troviamo un piccolo aquapark molto a misura di bambino: si tratta di Aquasplash a Lignano Sabbiadoro, qui le attrazioni sono più “tranquille” e certamente adatte un pubblico di piccolini.

Anche Milano ha il suo parco acquatico: inaugurato da qualche anno, rientra nella serie di progetti più innovativi sorti dopo la crisi del settore degli anni Novanta e che vedono nuovi parchi acquatici indoor aperti tutto l’anno che riescono ad unire il concetto del divertimento tipico di un parco acquatico con il relax e le cure termali di un centro benessere.