Tornano i consigli di lettura di Kid Pass: mentre i bimbi acquistano consapevolezza, le madri pianificano al meglio le loro giornate

In primavera, si sa, c’è il rituale del cambio dell’armadio. Ecco perché abbiamo voluto includere nei consigli di lettura di questo mese una guida che aiuti le mamme ad affrontare la gestione della casa come delle vere eroine. Se i bimbi sono tranquilli, poi, è tutto più semplice: per loro suggeriamo un secondo libro, che svela un metodo da applicare insieme, utile a calmarli e renderli più attenti e creativi.

Durante il tour che ha compiuto nelle librerie Feltrinelli del nord Italia abbiamo incontrato Adriana Fusè, che molti di noi conoscono come Ricomincio da quattro. E’ una mamma giovanissima e una blogger piena di entusiasmo, che vivecon tre figli e un compagno. A nessuno sembrerà quindi strano che il titolo del suo primo libro sia proprio Mamma Planner. In copertina un’energica mamma con tanto di mantello, che si destreggia tra pupo, pentola e sacchetto della spesa, e un ammiccante sottotitolo: Come organizzare al meglio la giornata… riuscire a fare tutto e… avere più tempo per te!. Siamo di fronte ad una guida con tanto di esercizi e tabelle per organizzare al meglio il tempo: la parola d’ordine è pianificare, con il divieto assoluto di rimandare. Da cosa mettere nella valigia alla pulizia della casa, dalla festa di compleanno a come fare ordine nel frigo: si tratta di un vero e proprio manuale di sopravvivenza per le mamme e non solo, una raccolta dei segreti della mamma e della zia che Adriana ha voluto condividere con tutte noi che ogni giorno siamo chiamate a essere delle vere e proprie supereroine.

Da una guida che viene in soccorso alle mamme ad un libro per gestire lo stress dei bambini attraverso la meditazione, una pratica che ai bambini fa bene perché è un’educazione alla vita e alla felicità. Le autrici Marina Panatero e Tea Pecunia, laureate in filosofia e studiose di tradizioni orientali, ci invitano, con il libro Giochiamo a rilassarci, ad accompagnare i bambini nell’esperienza della meditazione. I più piccoli, al contrario di quanto si pensa, non sono immuni allo stress. Le stesse autrici da tempo insegnano la meditazione ai bambini, testimoni dei benefici che questa pratica ha sulla loro creatività e la loro capacità di relazionarsi con gli altri: Poiché sederci e meditare ci piaceva tanto e ci aiutava a godere della bellezza della vita e a superare i piccoli e grandi problemi, abbiamo iniziato a condividere questo momento con i nostri figli. Hanno poi allargato il cerchio, includendo decine di bambini ed educatori, consultando anche terapeuti, per poi elaborare una meditazione guidata adatta ai più piccoli. L’addestramento della mente all’attenzione consapevole rende liberi dalla schiavitù delle emozioni, aiuta ad avere una visione globale: ecco dunque che la meditazione dovrebbe essere un’abitudine quotidiana, sebbene il bambino non debba mai essere forzato alla sua pratica. Nella seconda parte del libro vengono presentate le meditazioni guidate studiate dalle autrici appositamente per i bambini, divise a seconda della fascia d’età, che mirano innanzitutto a stabilizzare l’attenzione e i cinque sensi. Ecco il consiglio numero uno: Sediamoci con loro cinque o dieci minuti al giorno e meditiamo, vicini, per gli altri… buona lettura!

– Adriana Fusè, Mamma Planner, Edizioni Gribaudo, Milano 2015
– Marina Panatero, Tea Pecunia, Giochiamo a rilassarci, Feltrinelli, Milano 2015