Lunedì 23 febbraio è stata ufficialmente lanciata Youtube Kids, applicazione di Google che offre l’ accesso ad una versione del sito di video adatta ai più piccoli, per il momento disponibile solo per il mercato statunitense. Si tratta della risposta del motore di ricerca alla notevole crescita della fruizione di video per bambini in Youtube, che, secondo Eurispes, in Italia è consultato d’ abitudine dal 32 per cento dei bambini al di sotto dei 7 anni che abbiano accesso a smartphone o tablet.

La nuova app si limiterà alla diffusione di episodi e interi programmi televisivi per i bambini in età prescolare e di altri video già presenti su Youtube considerati adatti a questo genere di pubblico. Lo farà con una grafica semplice e intuitiva, consentendo ai genitori di intervenire direttamente sul tempo trascorso davanti allo schermo e sul genere dei video visti. Non solo, nel caso in cui il bambino tenti di digitare un termine considerato sconveniente, l’ app consiglia di tentare con una parola diversa.

Le app per l’ infanzia sono un business in crescita e a cavalcare il fenomeno non è solo YouTube. Il mese scorso Twitter ha lanciato Vine Kids, una versione epurata da contenuti inappropriati del social network di video da pochi secondi, mentre Amazon si è mossa con largo anticipo, presentando già due anni fa il Kindle FreeTime, con contenuti dei principali canali tv per bambini. YouTube, tuttavia, sui concorrenti ha il vantaggio di essere di gran lunga il canale preferito, anche dai bambini, per il nuovo modo di guardare i video.