turismo e eventi per famiglie e bambini kid pass
museo animale libro consigliato per bambini - Copia

AL MUSEO! Fuori e dentro i libri.

da Nov 10, 2022

Home » Libri per bambini » AL MUSEO! Fuori e dentro i libri.

Una delle cose che amo di più condividere nei miei corsi di educazione alla lettura è quella strategia che io chiamo “fuori dai libri e dentro i libri”. Si tratta di rendere l’oggetto libro qualcosa che travalica i confini delle pagine, come se fosse una finestra sulla realtà. Viceversa, nella realtà possiamo trovare tante finestre sui libri che leggiamo insieme ai nostri bambini. Mi spiegherò meglio parlando di musei e lettura, invitandovi a pensare a ogni buon libro come a un museo. Dovete immaginare di leggere un libro e poi ritrovarne l’atmosfera in un museo o al contrario, dopo aver visitato un museo ritrovarne oggetti, animali, concetti, dentro un libro.

Al museo

Iniziamo da due albi illustrati che sono due bellissime visioni di cos’è e cosa può farci un museo. Entriamo in quello di Susanna Mattiangeli e Vessela Nikolova, raccontato nel magnifico albo illustrato “Al museo”, pubblicato da Topipittori (2020). A inspirare le autrici tanti musei tra i quali, in Italia, la Pinacoteca Ambrosiana, la Pinacoteca di Brera, il MUDEC Museo delle culture, la GAM Galleria d’Arte Moderna e il Museo del Novecento, tutti a Milano.

al museo libro per bambini consigliato

“Al museo, non c’è subito il museo. Prima ci sono i cartellini da mostrare, i biglietti da contare, gli armadietti da aprire. Ci sono le borse, le giacche, i numeretti, le cose da chiedere e da dire. Quando arrivi nelle sale, non ti aspetti cosa c’è. Volti l’angolo e lo scopri. Si va apposta per guardare, ma c’è anche da ascoltare: ogni opera ha una storia, una scheda con la data, il nome, un numero, proprio come noi. Se vuoi, puoi chiudere gli occhi, fare la statua, pensare a qualcos’altro. Io no, io tengo occhi e orecchie aperti”

A parlare è una bambina fortunata, abituata a cogliere la Bellezza con occhi e orecchie, una bambina che ha già capito la vera natura esperienziale e sensoriale di ogni museo, e di ogni buon libro, verrebbe da aggiungere. E ancora ha colto quel sottile gioco di rimandi tra cose custodite nei musei e noi esseri umani:

“ci sono delle persone che assomigliano ai quadri o alle sculture. E ci sono dei quadri che ricordano qualcuno, ma non so chi”

MUSEUM libro per bambini

Tutto l’albo gioca questo gioco di rimandi. Susanna Mattiangeli lo gioca con le parole piene di suono e di pensiero bambino, Vessela Nikolova con le sue figure così dettagliate, così piene di stupore. Rimaniamo allora dentro questo stupore ed entriamo nello straordinario e surreale “Museum” immaginato da Javier Sáez-Castán e Manuel Marsol. Un silent book pubblicato da Orecchio Acerbo (2019) che racconta di un signore con l’auto in panne che cerca aiuto in un edificio in aperta campagna. Scoprirà, entrando in una casa-museo dal sapore vagamente hitchcockiano (ricorda Psycho), che l’arte può uscire dai quadri e inquietare ma anche aiutare, che ci riguarda e ci guarda, che un museo può diventare un labirinto da cui è impossibile uscire se non a patto di diventare noi stessi opere d’arte. 

che capolavoro albo illustrato copertina

La vita come opera d’arte è il tema di un altro libro senza parole, “Che capolavoro!” di Riccardo Guasco, pubblicato da Carthusia (2018). Qui la “Notte stellata” di van Gogh entra dentro la cameretta di un altro bambino ben disposto a giocare con l’arte e con essa dare il suo contributo in Bellezza al mondo. Lo vediamo svegliarsi al persistente DRIIIIIIIIN di un orologio di Salvador Dalí, fare colazione con l’arte di Magritte e Modigliani, salire su un bus immortalato da un graffito di Bansky, diventare egli stesso “L’urlo” di Munch e, infine, portare la propria opera da aggiungere a un’immensa scultura collettiva, un vero capolavoro!

Rimaniamo nel campo dell’arte ma lasciamo il surrealismo e la bella follia dell’arte moderna per scoprire l’armonia del Neoclassicismo. Immaginiamo di voler visitare il Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno (Treviso). Vogliamo andare con tutta la famiglia e vorremmo tanto leggere qualcosa prima di immergerci nell’immortale Arte del più grande scultore neoclassico. Ecco che ci viene in aiuto lo splendido libro di Stella Nosella e Andrea Oberosler, “In corso d’opera. Antonio Canova”, pubblicato da L’Orto della Cultura (2021). La scrittrice Stella Nosella inventa una storia i cui semi sono ben piantati nella terra in cui è cresciuta e in cui lavora anche come editrice. Sono semi che vogliono a loro volta germogliare nei bambini e nei ragazzi che visiteranno il Museo o che, dopo averlo visitato, vorranno riviverne l’esperienza attraverso il filtro di una finzione magica che dà vita alle sculture di Canova. La scrittura ironica, divertente, arguta di Stella Nosella si amalgama, come fosse la materia dello scultore, con le incredibili illustrazioni di Andrea Oberosler che puntella ogni sua figura di un evidente amore per il soggetto rappresentato. Le famose tre Grazie prendono vita e insieme a loro i lettori potranno rivivere il processo creativo di un artista che con argilla e metallo riuscì a dare un’anima ai propri ricordi, riuscì a scolpire la propria memoria in Dedalo e Icaro, la bellezza della vita nel marmo.

libro per bambini su canova consigliato

Gli animali

Lasciamo il mondo dell’Arte e immergiamoci nel regno animale. Non andremo allo zoo ma in un museo che esiste solo dentro un libro, lo stupendo “Museo animale” di Nadja Belhadj e Julia Spiers, pubblicato da L’Ippocampo (2021), casa editrice i cui libri di divulgazione scientifica sono delle vere opere d’arte (arte e scienza sono strettamente legate, ricordate!). Undici sale per undici caratteristiche animali: gli scheletri, i denti, le uova, le impronte, le corna, gli occhi, le squame e le scaglie, gli escrementi, le lingue, le zampe e i carapaci. In ogni sala tante finestre (ecco che ritornano le finestre sul mondo), tante occasioni per vivere una vera e propria esperienza museale inedita e straordinaria. Dentro questo museo cartaceo non verremo sommersi da centinaia di informazioni ma verremo stuzzicati da quelle più curiose, per ritornare poi fuori, nella realtà, pronti per riconoscere e ammirare la Natura in tutta la sua bellezza e bizzarria.

museo animale libro consigliato per bambini - Copia

Ma la Natura che tanto amiamo è anche la Natura che stiamo facendo soffrire da troppo tempo ormai, con tante conseguenze che sono finalmente (speriamo non sia troppo tardi!) al centro di tutte le agende politiche. Tra queste il pericolo di estinzione di tante, troppe specie animali. Di questo parla “Estintopedia”, scritto da Serenella Quarello, disegnato da Alessio Alcini, con la revisione scientifica di Marco Ferrari, pubblicato da Camelozampa (2022). Un libro che non si concentra sulla sola estinzione dei dinosauri su cui tanto è stato scritto e di cui si possono visitare tanti musei e mostre tra cui mi piace segnalare “Extinction. Prima e dopo la scomparsa dei dinosauri” a Gubbio. Quarello con parole e Alcini con figure ci raccontano tanto altro ma vale la pena citare dall’inizio del libro:

“A cosa serve il lupo? A cosa serve la salvezza degli animali? A nulla”. Cosa ci vuol dire con queste parole Fulco Pratesi? Se la Terra sarà ricoperta solo da monocolture e allevamenti intensivi, non ci saranno più le migliaia di specie oggi in pericolo di estinzione, e il nostro pianeta sarà triste e grigio. Forse possiamo sopravvivere senza il kagu e senza Mozart, ma con loro perderemmo una piccola grande forma di bellezza. Proprio come la musica, un bel quadro, un videogioco divertente o un libro interessante, anche l’animale più sconosciuto rende più ricco e bello il nostro pianeta. L’esistenza di ciascuno di essi ha un perché, e se li perdiamo sarà per sempre. Ti invitiamo a compiere un viaggio alla scoperta di chi non c’è più, e di chi rischia di sparire. Scopri cosa puoi fare tu, cosa possiamo fare noi, per non perdere un pezzettino di vita.

estintopedia albo illustrato

Bellezza è qui la parola chiave, non solo quella degli animali raccontati ma proprio la bellezza del libro, la sua fattura curata in ogni dettaglio, nel testo e nelle straordinarie figure. Un libro come un museo è un “luogo” di cura, un modo per “non perdere un pezzettino di vita”. Interessante, si parla di estinzione in un libro traboccante di vita e di storie. Sono storie strappalacrime, come quelle di Martha, l’ultima colomba migratrice o quella di George, la lumaca più sola al mondo. Sono le storie, le curiosità sui pennuti estinti come la Gallina nordamericana o il parrocchetto della Carolina, le meraviglie custodite nella pagina-museo “Wunderkammer” tra cui il leone burbero, la quagga, la tigre del Caspio. E ancora i classici animali estinti come il dodo o il tilacino o gli animali persi e ritrovati come la tiliqua pigmea dalla lingua blu, il wallaby dalla coda unghiuta dalle briglie, il rospo arlecchino della notte stellata, la leggendaria arpia e il mitico uccello-serpente dei Maya. Da notare la bellezza dei nomi di queste creature, nomi custoditi per fortuna non solo nei musei ma anche nei nostri bei libri per bambini e per ragazzi.

Il mondo marino

A proposito di bellezza, animali e libri fatti bene scendiamo adesso giù in profondità, negli oceani e negli abissi, grazie a due libri che consiglierei di sfogliare prima o dopo aver visitato a Venezia l’Ocean Space, centro globale che presenta mostre e iniziative per l’alfabetizzazione e la protezione degli oceani attraverso le arti.

oceano albo illustrato ippocampo

La nostra discesa marina parte dal capolavoro di cartotecnica pubblicato da L’Ippocampo (2019), “Oceano. Libro animato per esplorare il mondo marino”, con testi di Emmanuelle Grundmann e immagini di Hélène Druvert. Realizzato con tagli laser e pieno di finestre animate questo libro ci porta a scoprire la flora e la fauna degli oceani (bellissimo il teatro corallino), la nascita dele onde, gli animali bioluminescenti e tanti misteri, tra il minuscolo (il viaggio di una goccia d’acqua) e l’immensità delle maree passando per la catena alimentare degli esseri marini. Conquistati dalla misteriosa bellezza delle profondità marine non vogliamo più salire in superficie.

giu nel blu albo per bambini

Restiamo ancora nell’abisso e visitiamo un altro libro sull’argomento, “Giù nel blu. Dalla superficie agli abissi: viaggio sottomarino sfogliabile”, scritto da Gianumberto Accinelli e illustrato da Giulia Zaffaroni, pubblicato da Nomos edizioni (2021). Di questi autori Nomos ha pubblicato nel 2022 un altro bel viaggio, “Su nel blu. Dalla Terra allo spazio: viaggio volante sfogliabile”. “Giù nel blu” è un libro da leggere e da “nuotare” in verticale, iniziando dalla zona epipelagica (0-200 metri) in cui incontreremo l’orso polare, i merluzzi, il barracuda, il pesce pagliaccio, fino alla zona adopelagica (6000-10920 metri) dove troveremo il gamberetto di alluminio, il pesce topo e il pesce lumaca, la medusa pettine e il sottomarino Trieste.

La vita è iniziata nei mari e nei mari ancora prospera. La maggior parte degli organismi non ha infatti mai abbandonato il luogo di nascita. Non solo: anche gli esseri che si sono trasferiti sulla terraferma rimagono indissolubilmente legati all’acqua che, non è un caso, prende il nome di “molecola della vita”.

E quanta vita pullula giù nel blu! Quanta vita persino laggiù nell’abisso più scuro, più nero, da sempre legato a un immaginario collettivo fatto di mistero e creature fantastiche. In questo viaggio di carta, però, scopriremo tantissime creature reali, da quelle già conosciute ad altre dai nomi veramente straordinari come il verme zombi, lo squalo goblin, il polpo gigante del Pacifico, il polpo Dumbo, il clown senza volto, il calamaro vampiro, la medusa immortale e tanti altri. Una vera immersione da fare insieme ai nostri bambini, un altro viaggio di scoperta tra le pagine di un libro la cui cura desterà la nostra meraviglia. Vivendo a Trieste non posso che suggerire alle le famiglie locali una visita al BioMa, BIOdiversitario Marino, un museo immersivo dell’Area Marina Protetta di Miramare.

Lo spazio

Piano piano risaliamo in superficie, prendiamoci tutto il tempo per respirare e per far sedimentare l’incredibile esperienza sottomarina vissuta con questi libri. Quando saremo pronti per un altro viaggio potremmo decidere di volare, questa volta, su su fino allo spazio profondo.

eroi interstellari libro

Prima della partenza potremmo scoprire i grandi nomi della conquista dello spazio, leggendo “Eroi interstellari. Storia, ritratti e curiosità sulla conquista dello spazio”, scritto da Paolo Fizzarotti e illustrato da Giovanni Mucci per L’Orto della Cultura (2022).

“Girando attorno alla Terra, nella navicella, ho visto quanto è bello il nostro pianeta. Il mondo dovrebbe permetterci di preservare ed aumentare questa bellezza, non di distruggerla!” (Jurij Gagarin, primo astronauta nello spazio)

In questa citazione contenuta nel libro ritroviamo ancora la parola bellezza. E allora mi chiedo: forse quel mistero che dalla notte dei tempi ci affascina, guardando il cielo di notte, è indissolubilmente legato alla bellezza? Di sicuro pieni di bellezza sono due libri che consiglio di leggere prima, dopo o durante una visita alla Città della Scienza di Napoli o nella mia Trieste all’Immaginario Scientifico.

la notte è piena di promesse

Iniziamo da “La notte è piena di promesse” di Jérémie Decalf, pubblicato da Terre di Mezzo (2021). Ecco come comincia:

Fin dalla notte dei tempi alziamo la testa e ci chiediamo… Cosa c’è lassù? È per questo che mi hanno costruita: per scoprire qualcosa di più. Poi mi hanno caricata su un razzo. Parto. Mi sollevo. Oltrepasso le nuvole. Attraverso il giorno. Mi libero. Dietro di me, la Terra. Davanti a me la notte. Profonda. Infinita.

Chi racconta? Un astronauta, forse? No, è la sonda Voyager 2 a narrarci il suo viaggio oltre i confini del Sole, alla ricerca di “nuovi amici”, “ai confini della notte”, portatrice di un disco dorato, “un messaggio, come dentro a una bottiglia affidata al mare. Musica e immagini della Terra”. Incredibile, no? Sempre mi meraviglia questa capacità che ha la letteratura per l’infanzia di immaginare qualsiasi cosa, di dare voce a ogni cosa. Grazie a questo libro possiamo rivivere un viaggio straordinario, nel racconto in prima “persona” della sonda lanciata dalla Nasa nell’estate del 1977, insieme alla gemella Voyager 1, per avvicinarsi a Giove e Saturno. La nostra protagonista arrivò a sfiorare altri due pianeti, Urano e Nettuno, e ancora oggi è operativa. Non posso fare a meno di immaginare che sul disco dorato in cui sono incise, tra le tante informazioni sul nostro pianeta, la musica di Bach e di Chuck Berry, siano contenute anche le versioni elettroniche dei libri di cui vi sto parlando.

Per esempio, potremmo immaginare una civiltà aliena che, intercettata la sonda, leggerà “Paesaggi ignoti del sistema solare” di Aina Bestard, pubblicato da L’Ippocampo (2022). Scoprirà cosa vediamo quando guardiamo il cielo, dove siamo tra miliardi di galassie nell’universo e come questo è nato, ma soprattutto potrà ammirare ogni pianeta del nostro sistema solare fino ai pianeti nani e oltre ai confini del Sole. E se questi alieni sapessero già tutto, potremmo chiederci? Allora sono sicuro che dentro questo capolavoro scopriranno una delle cose più belle del genere umano, la sua capacità di realizzare oggetti unici, i libri, nati dall’incontro tra Arte e Scienza. Chissà, forse rimarranno, come molti di noi, così affascinati dalla lettura da iniziare a leggere ad alta voce la nostra migliore letteratura per bambini e ragazzi. Chissà, forse un giorno non molto lontano noi troveremo un disco su una sonda aliena e vi troveremo la migliore letteratura da altre galassie. Cos’è, del resto, la lettura di letteratura, fiction o divulgazione, se non il più grande strumento che l’essere umano abbia mai inventato per far incontrare le culture e le civiltà?

libro sullo spazio paesaggi ignoti del sistema solare

Una storia vera

Finiamo questo nostro viaggio tra libri e musei scendendo dallo spazio giù nella nostra bella Terra. Dall’infinità dello spazio arriviamo in un fienile, nel 1917, negli Stati Uniti d’America. Qui un ragazzo di 14 anni, Joseph Cornell, ha creato la sua prima esposizione, dopo la morte del tanto amato padre, per rallegrare la famiglia. La sua storia è raccontata nel prezioso “La collezione di Joey”, scritto da Candace Fleming e illustrato da Gérard Dubois, pubblicato da Orecchio Acerbo (2019).

Guardò cosa aveva fatto. Ali di farfalla che spuntavano da una testa di bambola? Spartiti che uscivano da una pipa per le bolle di sapone? Joey scosse la testa meravigliato. Sembrava che gli oggetti fossero sempre appartenuti l’uno all’altro. Stavano bene insieme. Sembravano… «Arte» sussurrò. Gli balenò un’idea e si mise al lavoro. Qualche giorno dopo, Joey distribuì dei biglietti d’ingresso alla famiglia. Quando aprirono la porta del fienile, rimasero senza parole.

Quel ragazzo sarebbe diventato uno dei più importanti artisti americani del ventesimo secolo. Trasformò un fienile in un “Museo del rottame”, trasformò la sua ossessione per la collezione di oggetti in arte. Mi piacerebbe tanto poter vedere quel museo! Per fortuna esistono i libri per questo genere di viaggi…

la collezione di joey albo illustrato

Contenuti extra (altri libri-museo)

Raggruppare e classificare: “Unico nel suo genere” di Neil Packer, Camelozampa (2022)

Arte: “Piccolo museo” con immagini scelte da Alain Le Saux e Grégoire Solotareff, Babalibri (2020); “Esplora l’arte moderna”, scritto da Alice Harman e illustrato da Serge Bloch, L’Ippocampo (2020); “Due Renoir. Padre e figlio”, scritto da Elisabetta Lodoli e illustrato da Viola Niccolai, Edizioni Primavera (2021)

due renoir libro per bambini

Mare: “In riva al mare. Guida pratica per esploratori di litorali”, di Elisabetta Mitrovic, Topipittori (2022); “Code, pinne e branchie. Piccolo atlante per conoscere i pesci”, testi di Barbara Cuoghi, illustrazioni di Emiliano Vizzi, colore delle tavole di Lorenzo Natarella, Topipittori (2022)

libri per bambini a tema mare

Aina Bestard: “Paesaggi perduti della Terra”, di Aina Bestard, L’Ippocampo (2020)

Stelle: “Nascosti nel cielo”, di Aina Bestard, Camelozampa (2022)

nascosti nel cielo albo illustrato consigliato

Leggi anche l’articolo di Piero Guglielmino S’io fossi insegnante

Piero Guglielmino

Piero Guglielmino

Esperto di letteratura per l'infanzia, conduttore di Dorothy e Alice e curatore del progetto di educazione alla lettura in famiglia Babbo raccontami.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

canzone kid pass siamo noi di nicole di danieli koi

DA SCOPRIRE

VACANZE FAMILY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICEVI SUBITO UN REGALO DA KID PASS!

In omaggio la nostra guida: 10 città d’Italia da vedere con i bambini.

Resta aggiornato sulle migliori proposte family nella tua città e non solo!

 

Trattamento dati personali

Grazie per esserti iscritto! Riceverai via email il link per scaricare la guida.