Viaggiare con i bambini: come affrontare i tragitti in auto, treno, aereo e nave con accorgimenti e attività a misura di baby viaggiatori

Lo sappiamo, viaggiare con i bambini può essere una bella prova di resistenza, per voi e loro, ma tranquilli, non occorre essere dotati di super poteri per portare a termine la missione! Basta organizzarsi per evitare gli inconvenienti più comuni, far fronte alle esigenze dei baby viaggiatori e, soprattutto, tenerli occupati on the road per arrivare tutti a destinazione sereni e rilassati.

Per prima cosa, cercate di coinvolgere i bambini nell’organizzazione del viaggio, per prepararli e suscitare la loro curiosità. Raccontate loro delle storie o mostrate delle immagini del luogo che visiterete, utilizzando il mappamondo o un atlante geografico per ragazzi: ne esistono anche per i più piccoli, con CD Rom, stickers e giochi. Tenete sempre presente che i loro ritmi sono diversi, non ammettono fretta, e cambiano in viaggio, dove vengono a mancare le abitudini quotidiane. La loro capacità di resistenza e attenzione è limitata, perciò calcolate bene i tempi, prevedete dei riposini e armatevi di pazienza. Se viaggiate in auto, prevedete delle soste per sgranchire le gambe e portarli al bagno – non aspettate di arrivare al prossimo autogrill, potrebbe essere tardi!

Cosa portare? Le esigenze dei bambini, durante i trasferimenti, sono quelle di sempre, perciò conviene portare il necessario per la durata del viaggio: pannolini, biberon, pappe e ciuccio e bavaglino per i bebè; un cambio di indumenti, una copertina, acqua e cibo, salviettine umidificate e fazzoletti di carta per i bambini di tutte le età. Ricordatevi di tenere eventuali medicinali nel bagaglio a mano. Non dimenticate l’intrattenimento: vanno bene giocattoli, fogli, matite e colori, videogiochi, musica e libri, a seconda dell’età del vostro compagno di viaggio. I segreto per far passare il tempo in viaggio è tenerli occupati in qualcosa di piacevole e divertente, che li distragga dalla noia e dalla stanchezza.

Oltre ai giocattoli e peluche preferiti (e meno ingombranti), portate anche qualche bel libro e giornalino da colorare, sfogliare o leggere, magari ispirato ai personaggi dei loro cartoni animati preferiti. Nelle edicole della vostra città o direttamente in aeroporto, troverete un’ampia scelta di periodici, fumetti ed enigmistica per bambini, da scegliere in base all’età dei baby viaggiatori e alle loro preferenze. Per quanto riguarda i libri, nelle librerie, sia nei reparti specializzati dei negozi che online, troverete una scelta vastissima per tutti i gusti, suddivisi per età, tipologia e argomenti. Per orientarvi nella scelta, leggete i nostri nella categoria Leggiamo un libro del nostro blog, e le “dritte” per viaggiare con i bambini, dove vi segnaliamo le migliori guide per viaggiare con i bambini.

In treno la presenza di un servizio ristorante e la possibilità di alzarsi e muoversi, anche se in spazi ristretti, facilita un po’ le cose. Oltre ad offerte e sconti dedicati, Italo e Trenitalia offrono diversi servizi di assistenza e intrattenimento a bordo per i piccoli viaggiatori. Sui treni Italo troverete un fasciatoio, un distributore automatico di bevande e snack, la carrozza cinema e il wi-fi gratuito con accesso al portale di intrattenimento Italolive, che comprende un’ampia scelta di film. Anche sulle Frecce Trenitalia si può accedere al wi-fi e al servizio di intrattenimento multimediale del Portale Frecciarossa e Frecciargento, che compre una vasta gamma di contenuti, alcuni dei quali sono gratuiti, che includono cartoni animati, documentari, serie TV e cinema.

Molte le compagnie aeree che accolgono famiglie e bambini con servizi dedicati a terra, come il priority boarding, e a bordo. Alitalia pensa ai baby viaggiatori con culle, pasti speciali per neonati e bambini e, se il bambino è al suo primo volo, offre la possibilità di festeggiare questo evento con il “Battesimo dell’aria”, un attestato che inaugura la sua prima esperienza come passeggero. Basta stampare il certificato, compilarlo farlo firmare al comandante per renderlo “ufficiale“. Lufthansa pensa ai piccoli passeggeri con il menù per bambini e un programma di intrattenimento con film, radio e giochi per computer, ma anche puzzle, pupazzi di peluche, riviste di indovinelli, giochi di carte e giornalini. Inoltre, Jet Friends, il club per bambini e ragazzi dai 2 ai 17 anni (disponibile in inglese) offre una panoramica sul mondo del volo e giochi a premi sempre nuovi. Si spingono oltre le compagnie degli Emirati Arabi, come Emirates e Etihad Airways, che oltre a menù speciali, giochi, giocattoli e peluche per i giovani ospiti dai 2 agli 11 anni, riservano attenzioni speciali anche ai neonati con strutture per il cambio dei pannolini, menù dedicati, culle e personale a disposizione per riscaldare latte e pappe. Su alcune rotte c’è addirittura una tata professionista a bordo, come la Flying Nanny, che si prende cura dei bambini su alcuni voli Etihad e la Sky Nanny di Gulf Air, la compagnia del Bahrain.

Sulle navi delle principali linee di navigazione è quasi sempre presente un’area svago e una sala giochi per ragazzi, come nel caso di Grimaldi Lines (collegamenti con Sardegna, Sicilia, Spagna, Marocco, Tunisia e Grecia), Moby Lines (collegamenti per Sardegna, Corsica e Isola d’Elba) e SNAV (collegamenti per Sardegna, Sicilia e Croazia). Il ristorante di bordo delle navi Moby Lines e Corsica – Sardinia Ferries offre anche menù per bambini e ragazzi.

Qualunque sia il mezzo di trasporto, i piccoli viaggiatori si intrattengono anche con giochi e attività da fare durante il tragitto, che hanno il vantaggio di non pesare sul bagaglio e sul portamonete! Bastano un album, matite colorate e una macchina fotografica per farli diventare dei piccoli fotoreporter che documenteranno il viaggio con le loro fotografie e gli oggetti raccolti nei vari luoghi – ottimo materiale da collage per il loro diario di viaggio, da arricchire con qualche pensierino. Per far passare il tempo, sono ottimi anche tutti i giochi da fare con carta e penna o anche solo a voce, che vanno dagli indovinelli ai giochi di memoria. Nel capitolo “Giochi on the road” della guida di Chiara Meriani e Laura Ogna “Viaggiare in Italia con i bambini” (Touring Editore) troverete idee e suggerimenti pratici davvero preziosi. Provate le carte da gioco a tema, per es. quelle della collezione Djeco, che stimolano la fantasia e coinvolgono tutta la famiglia, così i piccoli passeggeri non chiederanno più: “Ma quando arriviamo?” …almeno non ogni cinque minuti!