La nostra reporter Katia ci racconta del suo viaggio con la famiglia, tra Lubiana e Zagabria, dove hanno assaporato, non solo le prelibatezze del posto, ma anche una diversa atmosfera natalizia.

Il periodo natalizio è quello dell’anno che più adoro per l’atmosfera di pace e serenità che porta con sé; per questo cerchiamo di passare a Ludovico ed Edoardo l’amore per ciò che di bello le persone costruiscono attorno a sé in questo periodo. Siamo convinti che la ricerca del bello sia la strada per trovare bene e serenità. Con questo spirito ogni anno ci regaliamo una visita in qualche città o mercatino dove l’attesa del Natale sia palpabile.

Complice la relativa vicinanza, non essendoci quest’anno per la festa dell’Immacolata un vero ponte, la scelta è caduta su Zagabria e sui numerosi mercatini, incuriositi dal fatto che per il terzo anno consecutivo la capitale della Croazia sia stata eletta da European Best Destinations miglior mercatino di Natale d’Europa, sbaragliando le città europee più importanti per accaparrarsi il titolo di regina dei mercatini di Natale.

La scelta è stata pilotata anche dalle due piccole pesti, che dopo esser state alle terme di Catez quest’estate, hanno preso la palla al balzo per chiederci una piccola deviazione.

Tra acque termali e decorazioni natalizie a Lubiana

Iniziamo il nostro viaggio con una breve sosta a Lubiana, che le decorazioni natalizie rendono ancor più coccola di quanto non ricordassi. La zona del centro storico è ricca di piccole bancarelle e oggetti natalizi, ma è nel cortile del castello che il tutto diventa magico tra luci e profumo di vin brulè. La pioggia insiste e, a malincuore, ci dirigiamo verso le Terme di Catez.

La mattina successiva svegliarsi con una pioggia torrenziale non ci rattrista, perché sappiamo di voler trascorrere tutta la giornata avvolti dal tepore delle acque termali. Il tempo scorre veloce tra scivoli, giochi, nuotate e animazione e ci ritroviamo la sera esausti, ma felici e ancora una volta pensiamo che Catez sia un paradiso per famiglie a costo accessibile.

A Zagabria, nel più bel mercatino d’Europa

Finalmente arriva la giornata dedicata a Zagabria e la città ci accoglie come sempre con la sua eleganza asburgica e il suo vivace centro storico.

Credo che, ciò che ha reso Zagabria il più bel mercatino d’Europa, sia l’atmosfera di festa che coinvolge tutta l’intera città: ovunque luci colorate e addobbi, prelibatezze ad ogni angolo, eventi e spettacoli continui, ogni scorcio della città è incantevole e suggestivo.

Nella zona del Mercato Europeo numerose bancarelle si susseguono fra bontà locali, articoli di artigianato e mille luci colorate, musiche natalizie e profumi invitanti. In piazza Ban Josip Jelačić si trova il grande albero di Natale, accanto la meravigliosa fontana Mandusevac colorata di luci natalizie, scenografia perfetta per i concerti che si tengono nei fine settimana.

Indescrivibile poi la passeggiata al parco Zrinjevac, che ospita un altro mercatino in un contesto davvero da fiaba: ai rami degli alberi sono appese delle lanterne che creano un’atmosfera da sogno.

Camminare per il centro della città fra gli splendidi palazzi barocchi e liberty, fra i vicoli medioevali e la modernità dei tanti locali, lasciarsi rapire dalle tante installazioni natalizie come il passaggio di Maric dove gli alberi vengono dipinti di bianco e numerosi fili di luci sono attorcigliati intorno ai rami creando un effetto estremamente romantico, ha appagato a pieno la nostra voglia di Natale. Ciliegina sulla torta abbiamo visto arrivare il tram del Natale dove è possibile parlare direttamente con Babbo Natale.

Con gli occhi pieni di bellezza e colmi di serenità a malincuore decidiamo di avviarci verso casa, non senza però concederci prima un giro sulla pista di pattinaggio di piazza Re Tomislav.