Comincia oggi la nuova rubrica mensile dedicata alla salute dei nostri bambini, curata dagli specialisti del Policentro Pediatrico di Milano. Partiamo con i consigli della nutrizionista per evitare che i nostri bambini soffrano il mal d’auto in viaggio e per il pranzo ideale al mare

è arrivato finalmente il momento di partire per le vacanze, o anche solo per una giornata al mare. Abbiamo la tendenza a prendere dalla dispensa “qualcosa” per la merenda dei nostri bambini? Attenzione: potremmo favorire il mal d’auto nei nostri figli. E a essere troppo indulgenti in spiaggia (o meglio: al bar della spiaggia) rischiamo di far mangiar loro alimenti poco sani. Ecco qualche consiglio utile per una gita al mare, o una vacanza, all’insegna del buon cibo.

No al mal d’auto

Se si parte al mattino la colazione deve essere leggera, ad esempio fatta di pane o di fette biscottate e un velo di marmellata o miele, oppure di biscotti secchi. Sono da evitare dolci molto ricchi in grassi come le merendine confezionate, e la classica colazione al bar con la brioche o il cornetto: questi alimenti, infatti, necessitano di una digestione più lunga che potrebbe aumentare il mal d’auto a cui i bambini sono particolarmente vulnerabili. Un altro accorgimento è quello di evitare di bere latte, orzo e thè e altre bevande poco prima della partenza. Se i bambini hanno sete proponete solo acqua da bere a piccoli sorsi.
Per i bambini molto sensibili al mal d’auto, la colazione salata è l’ideale. Vanno benissimo un pacchetto di cracker non salati oppure una fetta di pane tostato con un cucchiaino di olio: questi alimenti vanno bene anche per un pranzo leggero prima o durante il viaggio. I cracker non salati, inoltre, sono uno snack spezza-fame che non disturba lo stomaco.
Sempre per evitare il mal d’auto, o evitare di peggiorarlo, sconsiglio spuntini a base di frutta molto acquosa (anguria, pesca, melone ecc) e verdura. La banana e le albicocche di solito non creano problemi.

Consigli per il pranzo in spiaggia

Spesso per il pranzo in spiaggia si è portati a mangiare un panino o una piadina con prosciutto e formaggio, pizzette, focacce, patatine e gelati confezionati. Attenzione, perché sono tutti alimenti ricchi di grassi di pessima qualità, di zuccheri, di sale e di calorie. In estate, al contrario bisognerebbe mangiare alimenti più leggeri e di meno.
è sempre meglio portare i panini da casa, prepararti con pane fresco integrale o di grano duro e farcirli con verdure (pomodori, insalata o verdure grigliate) e con un formaggio fresco, o con la crema di ceci (basta frullare i ceci con olio e erbe aromatiche o spezie), o con una frittata, o con il tonno o lo sgombro in scatola (ben scolati). Oppure si possono preparare il farro, l’orzo, il cous cous, il riso, la pasta, la quinoa, il grano saraceno, ecc conditi con verdurine e con l’aggiunta di due alimenti proteici come il tonno, lo sgombro, il formaggio a cubetti, le uova sode, i pisellini, i ceci, ecc. Per rendere questo piatto più appetitoso si può aggiungere qualche cucchiaio di pesto o frutta secca a scaglie.
Portate con voi anche la frutta fresca: le pesche e le albicocche sono molto pratiche e contengono beta carotene. Il beta carotene è un antiossidante che, oltre a stimolare la produzione di melanina, protegge la pelle e gli occhi dai raggi ultravioletti. In alternativa, nei bar in spiaggia si trovano spesso fette fresche di anguria o di melone.
Il gelato non è vietato, però preferite quello artigianale, perché oltre ad essere meno calorico, è preparato con ingredienti semplici. Avete mai letto la lista degli ingredienti di un gelato confezionato? Attenzione anche al ghiacciolo, ai succhi di frutta, ai thè freddi: contengono solo acqua, zucchero, conservanti e coloranti. Sono calorie liquide!
Cosa non deve mai mancare? L’acqua! Dovete sempre averne tanta, soprattutto se passate tante ore in spiaggia. L’acqua è l’unica bevanda che disseta, soprattutto se aggiungete il succo di mezzo limone che, in parte, reintegra i sali minerali persi con il sudore. Potete congelare alcune bottigliette che si scongeleranno durante la giornata.

In collaborazione con il Policentro Pediatrico di Milano