Quando le prime relazioni dei figli vengono alla luce, la maggior parte dei genitori ha paura.

I primi amori, i primi baci, le prime delusioni, non sono certamente da annoverare tra i veri problemi dell’adolescenza, ma possono comunque rivelarsi situazioni difficili da gestire per un genitore. Quando le prime relazioni dei figli vengono alla luce, la maggior parte dei genitori ha paura. In questi casi, vietare di vedere il ragazzo o la ragazza è il genere di cose che bisogna evitare se si vuole avere ancora un rapporto con loro. Ma ciò è più facile a dirsi che a farsi.

Nove modi per gestire i primi amori

1. Ricordatevi di quando anche voi eravate adolescenti
Mentre siete preoccupati di quello che vostro figlio o figlia potrebbe o non potrebbe fare, pensare che voi eravate proprio come luilei vi aiuterà.

2. Stabilite dei confini
Gli adolescenti potrebbero essere così presi dalle nuove emozioni che stanno provando da non capire quanto per voi sia irritante trovarli a sbaciucchiarsi in ogni parte della casa. Proprio come loro hanno il diritto ad avere la loro privacy, così voi avete il diritto di rilassarvi in pace. Parlate con loro e concordate in quali posti possono stare insieme e in quali, invece, preferireste stare da soli.

3. Preparatevi alla gelosia
Molta della rabbia dei genitori che esplode in questa fase è dovuta alla gelosia. Potrebbe esserci risentimento perché la relazione di vostro figlio vi fa provare nostalgia o ricordarvi delle occasioni che avete sprecato. Qualunque sia la ragione, è meglio accettare che vi sentiate così poiché negarlo vi porterebbe solo ad accumulare rabbia.

4.Prendetevi del tempo per voi stessi
Spesso i teenagers sembrano impegnarsi nel dire o fare cose che potrebbero ferirvi o screditarvi, questo fa parte della loro lotta per l’indipendenza. Quanto questo accade, ripetete a voi stessi:“Faccio il meglio che posso come genitore, ora è il momento di badare a me stesso/a”. Quando state male o vi sentite giù di morale per quello che vostro figlio vi ha detto è il momento di deporre le armi e fare qualcosa che vi fa stare bene, per ricordarvi che anche voi siete importanti.

5.Siate accoglienti
Se non vi piace la persona scelta da vostro figlio o vostra figlia, è importante conoscerla meglio per capire se si tratta solo di un dubbio infondato. Mettete in chiaro che quella persona è la benvenuta a casa vostra e invitatela spesso.

6. Parlate con gli amici
Se la persona che frequenta vostro/a figlio/a vi fa preoccupare,provate a parlarne con altre coppie che hanno figli della sua stessa età. Potreste essere sorpresi nel sapere che per loro è assolutamente normale. Inoltre, ricordatevi che vostro/a figlio/a potrebbe confidarsi con degli adulti di cui si fida, incoraggiatelo a fare ciò!

7. Affrontate l’argomento “sesso”
Assicuratevi che sia ben informato/a sul sesso e la contraccezione. Rassicuratevi che sia consapevole e al sicuro ma senza dimenticare di rispettare la sua privacy. Potrebbe essere imbarazzante ma è indispensabile.

8. Siate disponibili
E’ normale che vostro/a figlio/a abbia delle remore nel raccontarvi della sua relazione, resistete al bisogno di forzare l’argomento. Tenete sempre la porta aperta e ditegli/le che non vi importa se non ha voglia di parlarne ma che tenersi tutto dentro senza confidarsi con qualcuno ci rende vulnerabili.

9. Insegnategli il rispetto di sé
Insegnategli che va bene non seguire sempre ciò che fa la massa; che non bisogna che facciano cose che non vorrebbero solo perché sono gli altri a chiederglielo; che è importante prendersi cura di sé.