I sondaggi confermano il nostro attaccamento alla tradizione e a partire ci pensiamo solo verso fine anno. Quali sono le mete più attraenti? Ecco i nostri consigli “formato famiglia”

Programmare un viaggio durante le feste? E se sì, partire a Natale o a Capodanno? E dove andare? La social travel community PiratinViaggio ha condotto un sondaggio per conoscere intenzioni e desideri di fine anno degli italiani, interpellando quasi 2.500 persone: il 70% degli intervistati conferma di scegliere senza indugi il Natale con la propria famiglia e il 56% di essi ha dichiarato che il motivo è il desiderio di assaporare l’atmosfera natalizia a casa propria. E non ci sono significative differenze tra le risposte della fascia più adulta (dai 35 ai 64 anni) e quelle dei Millennials (dai 18 ai 34 anni): durante le festività natalizie vince la tradizione e la voglia di famiglia. L’ipotesi di un viaggio, semmai, viene accarezzata nel periodo di Capodanno.

Dove andare: il sondaggio del Touring Club Italiano

Anche il Centro Studi del Touring Club Italiano ha condotto un’indagine sui programmi di fine 2017 degli italiani intervistando 1.300 persone: emerge che il 65% della community Touring effettuerà un viaggio per le festività natalizie mentre il restante 35% rimarrà a casa, preferendo viaggiare in altri momenti dell’anno. Il periodo preferito per le partenze, anche in base al sondaggio Touring, è quello di Capodanno (47%), mantenendo la tradizione del Natale a casa. Chi parte sceglie l’Italia nel 71% dei casi: le regioni che esercitano maggiore attrattiva sono Trentino-Alto Adige (25%, in particolare Val di Fiemme, Val di Fassa, Val Badia e Val Pusteria), Veneto (11%, con Abano Terme, il Cadore e Venezia in testa), Toscana (8%, con Firenze e Siena), Lombardia (7%, con Valcamonica e Valtellina) e Liguria (7%, con Genova e Riviera di Ponente). Chi invece sceglie l’estero (29%) mette in cima alla classifica delle mete la Spagna (12%, ovvero Canarie, Madrid e Siviglia), seguita da Francia (11%, soprattutto Parigi e Costa Azzurra), Austria (7%, Carinzia, Salisburgo e Vienna), Stati Uniti (5%, New York) e Portogallo (5%, con Lisbona).

Le nostre idee per vacanze natalizie in famiglie

Tra partire e restare a casa durante le feste natalizie, a Kid Pass propendiamo per la mediazione: partire con la famiglia. Prendendo spunto dalle indicazioni del Centro Studi del Touring Club Italiano, stiliamo una classifica di mete family friendly in cui trascorrere qualche giorno spensierato.

Trentino Alto Adige. Le proposte natalizie nella regione fioccano, ma tra queste ci incuriosisce in particolare quella di Riva del Garda, dove la Rocca si trasforma per tutto il mese di dicembre nella Casa di Babbo Natale: qui sono allestiti l’Ufficio postale, l’Officina degli elfi, la cucina di Natalina e persino la camera da letto di Babbo in persona. Che occasione ghiotta poter curiosare nella vita del vecchio più misterioso, immaginato e atteso da ogni bambino!

Venezia. Quest’anno il modo più emozionante per vivere il Natale nella città lagunare è racchiuso nelle proposte di My Christmas Venice, fino al 7 gennaio 2018 tra Punta della Dogana, la Basilica della Salute e il museo Peggy Guggenheim. In questa zona splendono le luminarie del Lighting Artßamp;Design, si propaga il calore delle casette che ospitano il Food Village, echeggiano le musiche di gospel e le note più classiche. Nell’antico Palazzo Zenobio è inoltre visitabile la mostra mercato XmasMarket, con l’artigianato d’eccellenza ma anche con workshop e laboratori a tema.

Barcellona. Calorosa come sempre, a Natale Barcellona si arricchisce di caratteristici mercatini, tra i quali vale la pena visitare la Fira de Santa Llßuacute;cia, che si svolge sull’Avenida de la Catedral di fronte alla Cattedrale di Barcellona, la Fira de Nadal de la Sagrada Familia, il mercato di Natale allestito nella della chiesa della Sagrada Familia e la Fira de Reis, sulla Gran Via chiamata anche Sant Tomàs i Reis, famosa in particolar modo per i suoi giocattoli.

Carinzia. Nel nostro immaginario il Natale in Austria abita qui, nella regione più meridionale del paese. Tra le numerose proposte di mercatini natalizi, vi segnaliamo la magia del Natale sul Lago di Millstatt, noto come “la perla della Carinzia”, e precisamente al Kap 4613: fino al 7 gennaio 2018 si può passeggiare tra suggestive bancarelle e chioschi decorati e illuminati in stile natalizio sulla terrazza galleggiante sul lago di Millstatt, incantarsi davanti al bosco degli alberi di Natale sulle sponde del lago. Qui la scorsa primavera sono stati anche aperti i primi Rifugi sotto le stelle, che di notte permettono di ammirare il firmamento e rappresentano la nuova proposta turistica della regione della Carinzia.

Lapponia. Invertiamo le parti e andiamo noi a trovare Babbo Natale? Questo viaggio rappresenta di sicuro un desiderio che si realizza per molti bambini, ma non solo: il Circolo Polare Artico è conosciuto anche come il confine con la frenetica vita quotidiana, un posto in cui il tempo tradizionale si trasforma nel tempo magico degli elfi e delle renne. La meta è Rovaniemi, dove sorge il magico Villaggio di Babbo Natale. Qui si potrà scoprire il quartier generale del grande vecchio dalla barba bianca, dallo Studio di Babbo Natale all’Ufficio postale, alla Casa del Natale, fino al Santa Park, un mondo fatato costruito all’interno di caverne sotterranee dove aleggia la calda atmosfera natalizia. La neve ammanta ogni cosa e nel centro sciistico Lumimaailma ci si può anche divertire con sci e slittini.