In questi mesi prestigiose esposizioni costellano la penisola: scoprite come poterle visitare assieme ai vostri figli, con proposte studiate apposta per loro

Fiorisce la voglia d’arte e l’offerta di grandi mostre in questo anticipo d’estate è davvero vasta e variegata. Non fatevi spaventare dall’importanza e dall’autorevolezza delle esposizioni, come vi raccontiamo di seguito sono tutte (chi più chi meno) a misura di bambino.

A Milano giocando con Mirò e Hßouml;ller

Nel capoluogo lombardo vi segnaliamo due imperdibili appuntamenti, Joan Mirò – La forza della materia al Mudec, Museo delle culture di Milano (fino all’11 settembre 2016), e Doubt di Carsten Hßouml;ller al Pirelli Hangar Bicocca (fino al 21 luglio 2016).
Nell’ambito della prima mostra, dedicata a cinquant’anni di capolavori dell’artista catalano, per le famiglie è stato ideato Mirßoacute;vagando, un programma che prevede visita animata e laboratorio (bambini dai 6 agli 11 anni) al quale si può aderire tutte le domeniche alle 10.30. È consigliata la prenotazione (www.ticket24ore.it o chiamando l’infoline 02.54917).
La seconda esposizione, una personale dedicata all’artista tedesco tra i più riconosciuti a livello internazionale per la sua approfondita riflessione sulla natura umana, è affiancata dal programma Kids, pensato per accompagnare i bambini e i ragazzi dai 4 ai 14 anni e le loro famiglie alla scoperta dei linguaggi dell’arte contemporanea con allegria e curiosità (per informazioni sui percorsi creativi scrivere a: hbkids@hangarbicocca.org).

A Novara per un tuffo nel Cinquecento e nel Seicento

Il Complesso monumentale del Broletto fino al 24 luglio 2016 ospita la grande pittura cinque e seicentesca con la mostra Da Lotto a Caravaggio. La collezione e le ricerche di Roberto Longhi. La mostra si sofferma sui periodi e le scuole italiane più studiate da Roberto Longhi, partendo dall’Officina Ferrarese proseguendo con Lorenzo Lotto e la scuola veneta per arrivare a Caravaggio e Jusepe de Ribera. Per le famiglie (uno o due adulti con un bambino under 14) è previsto uno speciale ingresso ridotto.

Firenze e i grandi collezionisti

Fino al 24 luglio 2016 Palazzo Strozzi ospita una grande mostra che porta a Firenze oltre cento capolavori dell’arte europea e americana tra gli anni Venti e gli anni Sessanta del Novecento, in un percorso che ricostruisce rapporti e relazioni tra le due sponde dell’Oceano, nel segno delle figure dei collezionisti americani Peggy e Solomon Guggenheim: Da Kandinsky a Pollok. La grande arte dei Guggenheim. Le proposte per bambini sono molteplici: dalle visite alla mostra sotto forma di conversazioni, al laboratorio per famiglie con bimbi da 3 a 6 anni Splash!, al Kit Famiglie per una divertente visita in autonomia (verificare le date delle attività sul sito).

Bologna fra America ed Egitto

Prodotta e organizzata da Fondazione Carisbo, Genus Bononiae, Musei nella Città e Arthemisia Group in collaborazione con il Comune di Bologna e il Whitney Museum of American Art di New York, la mostra Edwar Hopper, a Palazzo Fava fino al 24 luglio 2016, darà conto dell’intero arco temporale della produzione del grande artista statunitense, dagli acquerelli parigini ai paesaggi e scorci cittadini degli anni Cinquanta e Sessanta, attraverso più di 60 opere. La mostra è affiancata da un ricco ed avvincente calendario per i più piccoli: ogni appuntamento include la visita e il laboratorio, per una durata totale di circa un’ora e mezza.
In città al Museo Civico Archeologico, fino al 17 luglio 2016, sarà visitabile la sorprendente Egitto. Splendore millenario, che raggruppa oltre 500 reperti della collezione di antichità egiziane di Leiden, una delle prime dieci al mondo, e quella di Bologna, tra le prime in Italia per numero, qualità e stato conservativo, che si integreranno in un percorso espositivo di circa 1.700 metri quadrati di arte e storia. I capolavori di queste due collezioni saranno esposti insieme anche a importanti prestiti del Museo Egizio di Torino e del Museo Archeologico Nazionale di Firenze, all’insegna di un network che vede coinvolte le principali realtà egittologiche italiane. Diversi sono i laboratori e gli eventi dedicati ai bambini tra gli 8 e gli 11 anni. Per tutte le iniziative è obbligatoria la prenotazione entro il lunedì precedente (il numero da chiamare è 051/2757204). I bambini sotto i 6 anni entrano gratuitamente, i ragazzi entro i 18 con biglietto ridotto (compresa audioguida) e segnaliamo anche la possibilità di acquistare il biglietto famiglia

Roma celebra Correggio e Parmigianino

Fino al 26 giugno alle Scuderie del Quirinale si potrà visitare la mostra Correggio e Parmigianino. Arte a Parma nel Cinquecento che, attraverso una selezione di capolavori provenienti dai più importanti musei del mondo, mette a confronto i percorsi di due astri assoluti del Rinascimento italiano, Antonio Allegri detto Il Correggio e Francesco Mazzola detto Il Parmigianino. Grazie al loro formidabile talento la città di Parma divenne all’inizio del XVI secolo un centro artistico in grado di competere a pieno titolo con le grandi capitali dell’arte italiana come Roma, Firenze e Venezia.
Oltre alla facilitazione dell’acquisto dei biglietti online, per le famiglie con bambini tra i 7 e gli 11 anni sono previste due possibilità: la visita alla mostra e il laboratorio insieme, oppure attività per i più piccoli mentre i genitori visitano la mostra con biglietto ridotto.