Mantova con il suo centro curato e non troppo grande è la meta ideale per un weekend con i bambini. Tuttavia, nonostante sia una città a misura d’uomo, non mancano monumenti, musei e attrazioni interessanti, capaci di catturare l’attenzione tanto dei grandi quanto dei più piccoli. È infatti una città che coniuga in modo avvincente storia, scienza e natura. Cosa vedere dunque a Mantova con i bambini?

1. Il Duomo e e Palazzo Ducale

Il Duomo è il cuore della città assieme al Palazzo Ducale, che sorge accanto. Visitare l’intero complesso è abbastanza impegnativo e una mezza giornata serve tutta, volendo però selezionare sicuramente da non perdere è la celebre Camera degli Sposi di Andrea Mantegna (nel Castello di San Giorgio, che è parte della reggia appartenuta ai Gonzaga), con gli irriverenti angioletti che ci osservano dalla volta azzurra.

2. Palazzo Te

Palazzo Te ospita il Museo Civico di Mantova ed è un vero capolavoro del Rinascimento. Può essere visitato in autonomia oppure con l’ausilio di audioguide o, ancora, seguendo la guida turistica. Per le famiglie esistono delle attività dedicate che permettono anche ai più piccoli di apprezzare al meglio la visita. Le sale sono arricchite da dei meravigliosi affreschi e, in particolare, la stanza di Amore e Psiche e la Sala dei Giganti sapranno lasciare tutti a bocca aperta. Per un buon gelato a metà giornata merita una fermata la Gelateria Loggetta, con i suoi gusti particolari e invitanti (c’è persino il cheesecake!).

3. Parco della Scienza

Sulla sponda del Lago di Mezzo, in viale Mincio, si trova il Parco della Scienza, uno spazio organizzato con una serie di dispositivi interattivi per avvicinare bambini, ragazzi e adulti ad alcune tematiche scientifiche affascinanti. Il Parco ospita una serie di dispositivi che conducono alla scoperta della scienza nella vita di tutti i giorni: batteria, tubo dell’eco, caleidoscopio, carrucole, dischi in rotazione, specchio antigravità. Sul percorso si trovano anche la leva, il disco colore, le voci focalizzate (chiamate comunemente “telefono senza fili“), il girello, l’organo di Pan e il giroscopio.

4. Bosco Virgiliano

Voglia di un po’ di leggerezza? Puntate dritti sul Bosco Virgiliano, intitolato al massimo poeta latino, Publio Virgilio Marone, nato nella vicina località di Pietole Vecchia, l’antica Andes romana. Si tratta di un parco pubblico che si estende per cinque ettari nella parte meridionale della città di Mantova, un’oasi verde dove poter ritrovare serenità, quiete e… perché no? Scatenarsi in una bella corsa o in un bel gioco.

5. Museo dei Vigili del Fuoco

E se i vostri figli da grandi sognano di fare i pompieri, come il piccolo Grisù, tra le cose da vedere a Mantova con i bambini c’è il Museo dei Vigili del Fuoco,farete toccare loro il cielo con un dito. Qui si trova una inusuale collezione di mezzi di trasporto ed oggetti dei vigili del fuoco che vi faranno fare un affascinante viaggio indietro nel tempo. L’ingresso è libero, ma è possibile lasciare un contributo per il mantenimento del Museo.

6. I Musei di Mantova

Avete intenzione di fermarvi ancora un po’ a Mantova e visitare i suoi musei? Allora potrà esservi utile sapere che è possibile acquistare la Mantova Musei Card che consente di entrare in 5 o 8 musei ad un costo agevolato ed ha validità di un anno.

7. Dove mangiare la sbrisolona

Infine, un suggerimento sulle specialità da provare e poter portare a casa: il dolce tipico mantovano è la sbrisolona, fragrante e burrosa, da poter acquistare anche in versione mini a Il Granaio (via Giuseppe Verdi). Il piatto più celebre sono invece i tortelli con la zucca, ottimi quelli de La Forneria delle Erbe (piazza delle Erbe).