A Genova, soprattutto se si hanno pochi giorni per visitarla, non c’è da perdere tempo perché le attrazioni sono davvero tante e meritano di essere assaporate con calma. Molte di esse si concentra nel Porto Antico, cuore pulsante della città, ed è proprio da qui che partiamo per portarvi alla scoperta della città e scoprire cosa vedere a Genova con i bambini.

1. L’Acquario di Genova

L’Acquario di Genova di per sé vale una visita alla città, con le sue 70 vasche espositive e oltre 400 specie diverse tra pesci, mammiferi marini, uccelli, rettili, anfibi, invertebrati. Qui i vostri bimbi (e voi con loro!) si innamoreranno dell’intelligenza e della dolcezza dei delfini, potranno perdersi nei colori fantastici dei pesci tropicali, conoscere storie a lieto fine come quella della tartaruga marina Elica. L’ingresso è prenotabile e si deve tener presente che per una visita senza fretta mezza giornata è necessaria.

2. Acquario e dintorni: il museo del mare e la biblioteca per ragazzi

Non distante dall’Acquario, vale la pena di visitare il Galeone dei Pirati “Neptune”, costruito per il film Pirati di Roman Polanski; il Galata Museo del mare, con le sue magnifiche ricostruzioni di imbarcazioni d’epoca e la sezione permanente MeM-Memorie e Migrazioni e la possibilità (solo per i bambini più grandi) di salire a bordo del sommergibile Nazario Sauro; la Biblioteca Internazionale per ragazzi De Amicis, la più moderna e specializzata d’Italia e d’Europa nel suo settore con oltre 70 mila titoli, infine il Museo dell’Antartide con un percorso volto alla conoscenza geografica dei ghiacciai.

3. La Biosfera

Un’altra attrazione divertente ed educativa è la Biosfera, una sorta di boccia di vetro disegnata dall’architetto Renzo Piano affacciata sull’acqua, dove si trova un piccolo ecosistema tropicale. Qui sono ospitati piante tipiche delle foreste tropicali e anche animali, come uccelli coloratissimi, piranha e tartarughe.

4. Bigo, l’ascensore panoramico

E ora tutti a bordo del Bigo, il grande ascensore panoramico progettato anch’esso da Renzo Piano che ruota e mostra la città da una prospettiva davvero insolita.

5. Il centro storico

Dopo esservi riempiti gli occhi e il cuore di blu, dedicatevi ad una passeggiata nel centro storico, dove si diramano strette stradine, un tempo vicoli di pirati, fiancheggiate da pittoresche botteghe dove acquistare gustose tipicità. Addentratevi fino al Mercato Orientale, che offre prodotti nostrani ed esotici dai mille colori e profumi.

6. I Rolli

Sono il simbolo del secolo dell’oro di Genova: non perdete la sontuosità e l’imponenza dei Rolli, che occupano il centro storico di Genova, nell’area tra via Lomellini, via San Luca, via Cairoli, via Balbi e via Garibaldi (la “via Aurea”). Costituiscono un particolare sistema residenziale nobiliare normato nel 1576 da un decreto del Senato che promulgava un elenco ufficiale dei palazzi (elenco degli Alloggiamenti pubblici o Rolli), riconoscendone il particolare pregio. Dal 2006 i Rolli sono Patrimonio dell’Umanità per l’Unesco.

7. Dove mangiare a Genova

Finalmente, concedetevi una meritata sosta in una delle molte focaccerie. La focaccia è infatti lo street food più famoso della città: gli indirizzi più rinomati sono Mario (in via San Vincenzo) e Claretta (in via della Posta Vecchia). Se invece avete voglia di qualcosa di dolce, degno di assaggio è il pandolce genovese: provate quello della Pasticceria Villa, in via del Portello.

8. Genova vista dal mare

Desiderate, infine, vedere Genova da una diversa prospettiva? La si può ammirare anche dal mare, partendo dal Porto Antico con i battelli escursionistici oppure, per la felicità dei più piccoli, salendo a bordo del trenino Pippo che, partendo da Piazza Caricamento, compie un giro ad anello di circa 40 minuti.

Leggi anche la nostra guida family sulla Liguria!

Guide e libri consigliati su Genova per bambini