Come e quanto le api sono importanti per la natura? Come vive un’ ape e cosa vede? Quali sono le differenze tra i vari tipi di miele? Cosa fanno le api per l’ uomo e cosa fa l’ uomo per le api? Questi sono solo alcune delle domande a cui si potrà trovare risposta visitando il Parco che riaprirà al pubblico il 29 aprile dalle 10.00 alle 12.30 con il primo open day della stagione 2017.

Situato accanto alla sede di Conapi – l’ impresa cooperativa di apicoltori più rappresentativa a livello europeo che conta sul territorio nazionale circa 600 apicoltori, tra aziende, associazioni apistiche e singoli produttori – il Parco immerso tra le colline della provincia bolognese si pone l’ obiettivo di guidare i propri visitatori, dai più piccoli ai più grandi, in un percorso di scoperta e approfondimento.
Attraverso laboratori e video ci si immergerà completamente nel mondo degli apicoltori e delle api, si annuseranno, toccheranno e assaggeranno il polline e diversi tipi di miele per comprenderne le sfumature di colore, profumo e sapore. Infine, sarà possibile vedere da vicino come lavorano le api, sia in natura, osservandole operare all’ interno del loro favo, sia con l’ aiuto dell’ uomo, sbirciando dentro una vera e propria arnia e da quest’ anno si è aggiunta una nuova postazione, un’ arnia topbar un nuovo modello di arnia che introduce una modalità più naturale di fare appicoltura.

I successivi Open day saranno sabato 13 maggio, in occasione delle manifestazioni organizzate per il KID PASS DAY e domenica 28 maggio, in coincidenza con Fattorie Aperte dell’ Emilia Romagna. Ci saranno date anche in giugno e in luglio: potrete scoprire il calendario e prenotare una visita consultando il sito www.parcoapiemiele.com o scrivendo parcoapiemiele@conapi.it