Suddivise per età, i playstore e la Rete propongono decine di applicazioni per aiutare i bambini ad apprendere l’inglese: ecco i nostri consigli e le nostre valutazioni.

Lo smartphone esercita sui nostri bambini un’attrazione enorme, sin da piccolissimi, e la ricerca di Common Sense Media “Zero to Eight: Children’s Media Use in America 2013” lo conferma: negli Usa, anticipatori di tendenze, il 39% dei bambini tra i due e i quattro anni li utilizza abitualmente per giocare o vedere video. Oggi con ogni probabilità questo dato fotografa anche la situazione italiana. L’interesse verso i nostri telefonini e le loro migliaia di funzioni può però essere incanalato in modo costruttivo, per imparare qualcosa di utile divertendosi. È il caso dell’inglese: per avvicinare i più piccoli ai vocaboli e alla grammatica della lingua internazionale sono state implementate decine di applicazioni, e molte continuano a nascerne. Ecco quelle che abbiamo provato.

Le app-gioco per i più piccoli

Per i bambini in età prescolare, scandagliando novità e must have, a nostro parere le più indicate sono:

Endless Alphabet: disponibile per iOs e Android (a pagamento) e adatta a bimbi tra i 2 e i 5 anni, è una app pluripremiata per la grafica accattivante, che punta su mostri colorati, ma niente affatto spaventosi, per insegnare ai bimbi un centinaio di parole. Lettere parlanti e brevi animazioni, poi, illustrano ogni singola definizione. Ciò che differenzia questa app dalle altre è l’alto livello di coinvolgimento, che la rende simile a un piccolo film di animazione. Il punto di forza di Endless Alphabet è l’assenza di punteggi o possibilità di insuccesso per il bambino, che impara l’inglese giocando secondo i suoi ritmi e le sue attitudini.

Kid Jigsaw: app gratuita disponibile per iOs, Android e Windows, è semplice ma divertente, focalizzata a sviluppare lo spirito di osservazione dei bambini e la loro naturale capacità di lavorare con forme e colori. L’applicazione invoglia il bambino a ricomporre pezzo dopo pezzo un’immagine alla quale sono abbinati lettere, suoni e colori. Ogni parola “costruita” è pronunciata in inglese. Non ci sono contenuti aggiuntivi, ma è perfetta per cominciare a imparare l’inglese giocando con la metodologia del puzzle.

Ellybee: creata dall’omonima startup su un’idea di Ornella Faranda, insegnante di inglese, è un’app che ha per protagonista una piccola ape che parla inglese e che va utilizzata insieme ai libri ideati dall’azienda. Unendo alla classica fiaba una nuova tecnologia, la realtà aumentata, i bambini dai 3 ai 7 anni imparano l’inglese stimolando l’immaginazione. Il sistema è semplice: si scarica l’app di Ellybee, si punta il device sui marker posti all’interno dei libri e, grazie alla realtà aumentata, appare l’ape Elly che interagisce col bambino.

App utili per i bambini della scuola primaria

Sono diverse anche le proposte di app per bambine e bambini che frequentano la scuola primaria:

Learn English Kids – British Council: app gratuita disponibile per iOs e Android e consigliata tra i 6 e gli 11 anni, è sviluppata dal British Council e prevede dieci favole in inglese multimediali (alcune universali come Cappuccetto Rosso, altre meno conosciute ma molto coinvolgenti) e una guida per aiutare i genitori ad apprendere insieme ai bambini. La gamma di video, disegni da colorare, word games, canzoni è molto vasta.

Week Planner for Kids: è la app disponibile per iOs che aiuta i bambini ad organizzare il proprio tempo attraverso planner molto colorati a loro misura e, ora che l’inizio della scuola e delle attività pomeridiane si avvicina, può rivelarsi doppiamente utile. Invitando i ragazzi ad annotare le attività della settimana, Week Planner for Kids permette loro di arricchire il vocabolario inglese con nuovi verbi che descrivono le azioni. È anche possibile aggiungere alla tabella settimanale una lista di attività che si vorrebbe riuscire a svolgere o un elenco di buoni propositi.

Fun English: app implementata da Studycat Limited e disponibile per iOs, guida i ragazzi all’ascolto della lingua inglese, alla pronuncia, alla lettura, alla scansione dello spelling e ad apprendere le canzoni in inglese. Bambini e genitori possono giocare e divertirsi insieme nelle differenti attività proposte.

Per altri suggerimenti leggete anche il nostro precedente articolo “15 app per imparare l’inglese giocando” e trovate quella più adatta ai vostri bambini!