turismo e eventi per famiglie e bambini kid pass
giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza

Giornata Internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza

da Feb 6, 2024

Home » Educazione e corsi per bambini » Giornata Internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza

L’11 febbraio è la Giornata Internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza

La Giornata Internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza ci invita a celebrare le storiche conquiste e a riflettere sui passi ancora da fare, verso un futuro più equo e inclusivo nel mondo della scienza e della tecnologia.

La Scienza, una cosa da ragazze: da Marie Curie a Samantha Cristoforetti

Se immaginiamo un viaggio attraverso la storia, non è difficile trovare figure femminili che hanno illuminato il cammino della conoscenza con la loro intelligenza e tenacia. Pensiamo a Marie Curie, due volte vincitrice del Premio Nobel, la cui ricerca sul Radio ha aperto nuove frontiere nella fisica e nella medicina. La sua storia non è solo un racconto di successi scientifici, ma anche un esempio di resilienza e dedizione che può ispirare bambini e adulti.
Il problema? È che per ogni Marie Curie esistono molte altre donne di cui non sappiamo nulla, che non hanno potuto dedicarsi alla ricerca e alla conoscenza (riservate ai maschi) o che hanno visto il loro contributo sminuito o non riconosciuto.

Un esempio storico meno noto è quello di Rosalind Franklin, biofisica britannica la cui ricerca sulla struttura del DNA è stata fondamentale per la comprensione di questa molecola. L’avete mai sentita nominare? Molti non la conoscono. Il suo lavoro fu oscurato dai suoi colleghi maschi, Watson e Crick, che vinsero il Premio Nobel per la scoperta della doppia elica.

E Ada Lovelace? Matematica e scrittrice inglese del XIX secolo, riconosciuta come la prima programmatrice di computer della storia, la cui visione ha anticipato l’era moderna dell’informatica… La conoscete?

giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza

Ma queste, potreste dire, sono cose del passato. Oggi come siamo messi?
Nel presente, la scienziata italiana Fabiola Gianotti, direttrice generale del CERN, guida uno dei più importanti laboratori di fisica delle particelle al mondo, dimostrando che la passione per la scienza non conosce limiti di genere. E come dimenticare Samantha Cristoforetti, l’astronauta italiana che ha trascorso 200 giorni nello spazio, ispirando ragazze e ragazzi con la sua straordinaria avventura tra le stelle?

Il divario di genere nella scienza: un problema di disparità culturale

Si, stiamo facendo progressi ma la strada verso la parità di genere nel campo della scienza, tecnologia, ingegneria e matematica (le cosiddette materie STEM) rimane impervia. Uno sguardo alle statistiche rivela che le donne rappresentano ancora una minoranza negli ambiti scientifici.
Questo divario è evidente fin dall’educazione superiore, specialmente in campi come l’informatica e l’ingegneria. Questa sottorappresentazione riflette una disparità culturale: si traduce in minori opportunità per le donne di contribuire pienamente in questi settori cruciali per il progresso scientifico e tecnologico.

Perché celebrare la Giornata Internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza? 

La Giornata Internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza non è dunque solo un momento per celebrare le conquiste, ma anche per riflettere su come possiamo lavorare insieme per costruire un futuro più equo e inclusivo nel mondo della scienza e della tecnologia.

Esempi come quelli che abbiamo citato devono essere trampolini di lancio per l’immaginazione dei più giovani. In Italia, la Giornata Internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza viene celebrata con iniziative in tutto il paese, dalle campagne informative dell’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) alle attività organizzate dal CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), fino agli eventi locali nelle città, che spesso offrono incontri, laboratori, e spettacoli dedicati a questo tema. Bambini e bambine possono partecipare a queste attività, scoprendo la scienza in maniera giocosa e interattiva, mentre i genitori hanno l’opportunità di incoraggiare e sostenere le aspirazioni scientifiche delle loro figlie.

I più bei musei della scienza in Italia 

Quale modo migliore di appassionarsi alle materie STEM se non visitando fantastici musei della scienza con sale interattive e laboratori ad hoc per bambini? Ecco una guida ai musei per bambini con la stoffa da scienziati nel nord est e in lombardia, e un articolo dedicato ai musei della scienza nel centro sud

Corrado Fizzarotti

Corrado Fizzarotti

Dottorando in Scienze Umanistiche e laureato in Metodologie Filosofiche. Si occupa di etica ambientale, di divulgazione scientifica e sostenibilità (e ogni tanto ne scrive pure). Appassionato di svariati svarioni, coltiva interessi che vanno dal giardinaggio alla musica dodecafonica. Vive e lavora a Pisa.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

canzone kid pass siamo noi di nicole di danieli koi

DA SCOPRIRE

VACANZE FAMILY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RICEVI SUBITO UN REGALO DA KID PASS!

In omaggio la nostra guida: 10 città d’Italia da vedere con i bambini.

Resta aggiornato sulle migliori proposte family nella tua città e non solo!

 

Trattamento dati personali

Grazie per esserti iscritto! Riceverai via email il link per scaricare la guida.