Cosa vedere alle Cinque Terre con i bambini

Le Cinque Terre sono una meta che incuriosisce sin dal nome… di certo i vostri bambini vi chiederanno perché si chiamino così, non fatevi trovare impreparati! Cinque Terre fa riferimento ai cinque antichi borghi di Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso, che un tempo erano completamente isolati dai monti e dal mare in un ambiente in cui la natura era selvaggia e rigogliosa.

Questi piccoli agglomerati di case addossate le une alle altre erano raggiungibili solo con la barca o attraverso i sentieri che ancora oggi vengono utilizzati da chi vuole scoprire il paesaggio a piedi, senza fretta. Il modo più comodo e piacevole per raggiungerle, godendo dello splendido panorama che è diventato patrimonio Unesco, è il treno, che consente anche di spostarsi di paese in paese permettendo di visitarne uno o due al giorno.

cinque terre bambini cosa vedere itinerari

Dove soggiornare

Monterosso al Mare

Con i bambini piccoli è preferibile fermarsi a Monterosso al Mare, l’unico paese con le spiagge di sabbia e in cui gradini e salite non sono numerosi. Monterosso si estende lungo la costa, offrendo la possibilità di rilassarsi con piacevoli passeggiate alla sera.

Manarola

Anche Manarola, secondo più piccolo villaggio delle Cinque Terre che fa parte dei Borghi più belli d’Italia, è un’ottima soluzione con i bambini: qui la costa è molto grande e percorrendo un centinaio di metri verso Corniglia (il villaggio più piccolo di tutti) si può raggiungere un’area giochi dalla quale il panorama è stupendo.

Tutti i borghi offrono una vasta gamma di soluzioni ricettive come alberghi, bed & breakfast, agriturismi, affittacamere, ostelli, appartamenti e campeggi (i più vicini si trovano a Levanto e a Deiva Marina).

cinqueterre visita vacanza con bambini

Come spostarsi

In treno

Alle Cinque Terre dimenticarsi l’auto è possibile, per trovare il ritmo giusto per godere di un paesaggio senza eguali e per rispettare la natura, spettacolare ma anche fragile. Il treno si rivela il mezzo migliore per visitare i centri raccolti e caratteristici, che dispongono tutti di una stazione. Per viaggiare senza pensieri acquistate in stazione la Cinque Terre Card nella declinazione Family, che permette l’accesso illimitato alle corse in treno e comprende anche diverse scontistiche.

In bici

Alcuni percorsi delle Cinque Terre si possono tentare anche in bici, dalle stazioni di Riomaggiore e Manarola è disponibile un servizio noleggio.

cinqueterre visita vacanza con bambini

Murales nel borgo di Riomaggiore

In barca

Infine, con la bella stagione si può prendere in considerazione anche la barca: le Cinque Terre sono servite da linee di navigazione interne, con capolinea a Monterosso.

Le spiagge migliori

La spiaggia più indicata per i più piccoli è quella di Monterosso, molto pulita e sicura. Una piccola spiaggia di sabbia scura e ghiaia si trova tuttavia anche nel minuscolo paese di Bonassola, al limitare delle Cinque Terre. Le altre sono spiagge sassose, indicate per i bambini un po’ più grandi, che muniti di sandaletti di gomma potranno divertirsi a scoprire le mille forme dei ciottoli levigati dal mare. In genere tutte le spiagge sono gratuite, alcune offrono anche servizi a pagamento come bar, bagni, affitto di ombrelloni, lettini da spiaggia, ecc..

monterosso spiaggia mare con bambini

La spiaggia di Monterosso al mare

I sentieri

Le Cinque Terre offrono un mare meraviglioso, ma non solo! Sono anche famose per i sentieri: il sentiero pedonale più semplice è il Sentiero dell’Amore, che collega Riomaggiore a Manarola, adatto davvero a tutti. Ma ce ne sono molti altri di panoramici e sorprendenti, come il Sentiero Azzurro, pensato per famiglie con bimbi, o alcuni tratti del Sentiero alto. Per accedervi con la massima libertà munitevi della Cinque Terre Trekking Card, che si trova in vendita nei Centri Accoglienza del Parco Nazionale delle Cinque Terre e offre diverse soluzioni “famiglia”.

Buon viaggio e buon divertimento!

 

Leggi anche la nostra guida family sulla Liguria!

Cosa fare in Liguria con i bambini