Il Fatebenefratelli di Milano ha aperto le porte al miglior amico dell’ uomo grazie a un progetto di pet therapy reso possibile dall’ accordo tra Ministero della Salute e Regioni in materia di benessere degli animali: le Regioni sono infatti chiamate a promuovere il contatto delle persone con gli animali da compagnia, rendendo tutti i luoghi pubblici accessibili anche per gli animali domestici. Ecco allora che, nei momenti di cura, i bambini potranno essere accompagnati anche dal cane, dal gatto, o da quello che è il loro animale domestico, e potranno giocare insieme in un’ apposita area attrezzata nel reparto di pediatria.

“Allontanarsi da casa, in particolare per un bambino, è sempre un momento difficile, per cui il fatto di poter avere qui il proprio cagnolino, accarezzarlo e stargli vicino credo sia un conforto importante. L’ ospedale Fatebenefratelli oggi realizza un progetto di alto valore sociale”, sostiene il vicepresidente e assessore alla Salute della Regione Lombardia Mario Mantovani. “Grazie alla presenza di un animale domestico i bambini sviluppano fin da piccoli un senso di responsabilità e di empatia che li accompagneranno per tutta la vita. Peraltro, anche a livello scientifico è dimostrato che la presenza di un amico a quattro zampe può avere effetti assolutamente positivi sulla salute fisica e sull’ equilibrio emotivo”.