Al Palazzo delle Esposizioni di Roma un percorso alla scoperta della magia che c’è dietro i grandi film Pixar che tutti conosciamo: da Toy Story a Coco. La nostra mamma reporter Graziana ci racconta la mostra.

Per tutti gli appassionati di animazione, è in corso presso il Palazzo delle Esposizioni a Roma, il grande show dei 30 anni della casa di produzione cinematografica Pixar. L’esposizione è un percorso alla scoperta della magia che c’è dietro ai grandi film che conosciamo tutti. Da Toy Story, il primo lungometraggio animato al computer del 1996, al pluripremiato Up tra Oscar e GoldenGlobe; ed a seguire gli altri: Coco, Alla ricerca di Nemo, Gli Incredibili, Ribelle, Inside Out e molti ancora.

La storia della Pixar

La mostra è la storia della Pixar rappresentata attraverso i disegni, le pitture, i bozzetti e le riproduzioni tridimensionali che rivelano la particolare caratterizzazione dei personaggi. L’elemento fondante della creatività Pixar è proprio il soggetto. Un buon soggetto non è tale solo se ben disegnato ma diventa un personaggio quando è capace di trasmetterci i suoi desideri, le sue aspirazioni, i suoi pensieri o le sue passioni. La squadra dei creativi Pixar centra sempre l’obiettivo lavorando sulla sintonia dell’animazione grafica con quella digitale. Pensiamo al sentimento dell’ambizione provato da Saetta in Cars oppure a Gli Incredibili in cui la sfida è stata quella di riuscire a riprodurre tutte le possibili espressioni del viso umano, anche le più estreme attraverso il computer. Gli Incredibili fu il primo cartone Pixar ad avere per protagonisti degli esseri umani e fu la dimostrazione di un vero successo!

La visita dedicata alle famiglie

Il Palazzo delle Esposizioni organizza delle visite dedicate alle famiglie con tanto di guida e laboratorio finale per i bambini. Ne abbiamo approfittato e ci siamo goduti una bella mattinata di arte e conoscenza.

La guida ha raccolto a sé tutti i bimbi e li ha accompagnati in un viaggio nel mondo dell’animazione spiegando loro tutti quei concetti che noi adulti diamo per scontati. Che cos’è l’animazione? Lo abbiamo scoperto entrando in una stanza magica! Una vera e propria giostra raffigurante alcuni personaggi di Toy Story è stata posizionata al centro. Abbiamo assistito tutti insieme a quello che per i nostri occhi è un effetto ottico: i personaggi sembra si muovano per davvero. L’installazione infatti, gira su stessa ad una velocità tale da creare l’animazione per frammenti. Che meraviglia!!

Ogni disegno della mostra racconta un pezzo di creatività del team Pixar! Il Megaminimondo è una favola ispirata alla Cicala e alla Formica. Gli ideatori si sono posti come obiettivo quello di rendere il più possibile verosimili gli ambienti naturali rappresentati nel film. E come hanno fatto?Fu inviata, nel giardino degli uffici della Pixar, una macchinina in perlustrazione con sopra una telecamerina che fece delle riprese da una nuova prospettiva! I creativi hanno voluto immedesimarsi in una formica e osservare dal punto di vista più piccolo possibile tutto quel piccolo universo.

Per ogni film c’è qualcosa di magico da scoprire!

Al termine del giro di visita, i bambini sono stati coinvolti in un laboratorio. Devo dire molto ben fatto. Le due assistenti hanno dotato tutti i partecipanti di parecchio materiale e ciascuno con la propria fantasia ha riprodotto un universo con la tecnica della simulazione 3D.

Visita consigliatissima! Adatta a grandi e piccoli! C’è tempo fino al 20 gennaio 2019!

E’ possibile consultare il sito per conoscere in quali date è possibile prenotare la visita compresa di guida per i bambini!