Cinque idee di viaggio con i bambini a contatto con la natura, perfettamente accessibili, per vivere insieme dei momenti unici, indimenticabili ed educativi. La natura e le sue meraviglie: quali sono i luoghi magici in cui vivere delle esperienze davvero emozionanti insieme ai nostri bambini? Siamo abituati a vedere splendide fotografie e documentari che ci tengono incollati allo schermo: ritraggono fenomeni naturali, ce li presentano in tutto il loro splendore, ma viverli in prima persona ha decisamente un altro sapore. E, siamo convinti, viverli da piccoli aiuta a infondere nei bambini l’amore e il rispetto per il nostro pianeta.

Ecco perché abbiamo scelto per voi cinque luoghi da visitare durante la bella stagione: una sorta di lista dei desideri da custodire nei nostri diari di viaggio, in attesa di spuntare le singole voci. Cinque meraviglie che la natura ci regala, da vedere già quest’estate o da mettere in calendario per la prossima primavera, e che ci porteranno in Italia, in Olanda e dall’altra parte del mondo.

Whalewatching in Liguria

Mamma voglio vedere le balene! Se vostro figlio è affascinato dai giganti del mare, la prima delle idee di viaggio per bambini è alla volta della Liguria. Da aprile a settembre è possibile, infatti, salpare verso il Santuario Pelagos in compagnia di un biologo marino, pronti a incontrare i grandi cetacei. Che emozione avvistare delfini, balenottere, capodogli! Armatevi quindi di macchina fotografica e binocolo e preparatevi a vivere una delle esperienze più spettacolari di sempre.

Conigli e tartarughe a Lampedusa

Restiamo in Italia dove troviamo una strana accoppiata: conigli e tartarughe! Parliamo infatti della spiaggia dell’Isola dei Conigli, isolotto di fronte a Lampedusa, l’unico sito italiano in cui le deposizioni delle uova della tartaruga marina Caretta Caretta, minacciata d’estinzione, sono regolari. Durante le notti tra maggio ed agosto, le tartarughe raggiungono la spiaggia e, dopo aver scavato una buca, vi depongono circa cento uova ciascuna, che ricoprono poi con la sabbia. Dopo circa sessanta giorni per le uova è tempo di schiudersi: questo meraviglioso evento, che avviene generalmente di notte, porta tante piccole tartarughine a compiere una sorta di competizione sulla sabbia per raggiungere il mare.

Nella tana del gigante a Trieste

Siete mai entrati nella casa di un gigante? Sul Carso Triestino, l’altopiano alle spalle di Trieste, è possibile visitare una delle grotte più spettacolari: “vecchia” una decina di milioni di anni, la Grotta del Gigante è un’altra delle idee di viaggio per bambini, alla scoperta della grotta turistica che presenta la sala naturale più grande al mondo. Davanti a noi 100 metri di altezza, 280 metri di larghezza e circa 500 scalini da scendere: e ci sentiamo subito pronti a compiere un avventuroso viaggio verso il centro della terra.

L’Olanda e i suoi tulipani

Avete mai pensato di fare un viaggio ad Amsterdam in compagnia dei vostri bambini? L’Olanda è il posto giusto per concedersi delle uscite in sella alla bicicletta a caccia di colori sgargianti. A soli trenta minuti d’auto dalla capitale è infatti possibile raggiungere la provincia del Flevoland, che ci regala uno degli itinerari più belli del mondo: oltre 100 chilometri da percorrere in primavera, tra metà aprile e fine maggio, tra campi di tulipani in fiore visitando le aziende agricole che si trovano lungo il percorso. Questi fiori, originari dell’Impero ottomano e introdotti dai mercanti olandesi all’inizio del Seicento, sono protagonisti anche in città: gli spazi pubblici di Amsterdam ad aprile sono ancora più belli grazie alla fioritura dei tulipani. Non ci resta che pedalare!

Hanami: il profumo dei fiori di ciliegio in Giappone

Se state pensando a idee di viaggio per bambini più lontane, potete programmare un soggiorno in Giappone. Badate bene alle date: da marzo a metà maggio il Paese del Sol Levante vi accoglierà in una nuvola rosa pallido. Questo grazie alla fioritura degli alberi di ciliegio, uno degli eventi più significativi e meravigliosi che la natura di questo Paese ha da offrire. Se volete immergervi in questa cultura e praticare l’hanami, letteralmente “guardare i fiori”, preparate il vostro cesto da pic-nic e gustate il vostro pranzo sotto una pioggia di petali, magari in uno degli splendidi giardini della città di Kyoto.